Differenze fra regioni

Vaccinazioni anti Covid over 80 al via fra click day, intoppi e prime dosi

Ieri, 15 febbraio 2021, in Veneto e Toscana al via le prime somministrazioni; prenotazioni (non sempre facili) in Piemonte, Liguria e Lombardia.

Vaccinazioni anti Covid over 80 al via fra click day, intoppi e prime dosi
Top News 16 Febbraio 2021 ore 12:12

Ci sono regioni come il Veneto e la Toscana in cui la somministrazioni del vaccino agli ultraottantenni è iniziata, altre - come Piemonte, Lombardia e Liguria - in cui è partita invece la raccolta alle adesioni degli over 80 per sottoporsi all'inoculazione. Quel che certo è che ieri, 15 febbraio 2021, è stata una data significativa fra booking day e prime punture; confermando la classica frammentarietà italiana. Ogni regione, insomma, sta andando con i propri tempi e modalità. Vediamo, nel dettaglio, come se la stanno cavando.

Veneto

Da Prima Verona

Zaia non ha perso tempo: nella giornata di ieri, 15 febbraio 2021, è iniziata la vaccinazione anti Covid con la coorte del 1941 (sono 43.346). Si procederà per l’intera popolazione secondo gli indirizzi del Piano Nazionale Vaccinazioni e in base a questo verranno fornite le dovute indicazioni con la spedizione dei relativi inviti agli interessati.

Il vaccino anti Covid-19 viene somministrato con due iniezioni eseguite a distanza di almeno 21 giorni l’una dall’altra. Gli utenti che hanno ricevuto la lettera con l’invito alla vaccinazione si devono presentare nella sede e all’orario indicato per la somministrazione della prima dose di vaccino.

In tale occasione verrà programmato l’appuntamento per la seconda iniezione, necessaria a garantire la protezione. Gli interessati dovranno portare con sé la tessera sanitaria e il foglio di anamnesi allegato alla lettera di invito compilato e firmato e indossare la mascherina chirurgica e abiti comodi che permettano di esporre facilmente la parte superiore del braccio per l’esecuzione della vaccinazione.

Toscana

Da Prima Siena

Copione similare anche in Toscana. Sono stati 84 gli ultraottantenni toscani protagonisti ieri di una giornata che ha segnato l’avvio storico di una nuova fase della campagna di vaccinazione contro il Covid-19. Quattordici medici di 12 ambulatori, distribuiti in tutte le province toscane, hanno somministrato la prima dose di vaccino a 84 persone over 80 in totale, da loro stessi contattate, dando, per primi in Italia, un esempio di pronta disponibilità nel proteggere la salute dei loro assistiti più fragili. A ciascun medico è stata consegnata una fiala con 6 dosi di vaccino.

“Un giorno da ricordare. Abbiamo avviato una nuova fase della campagna di vaccinazione, che nella nostra regione è spinta al massimo, dosi permettendo – commenta il presidente Eugenio Giani, che ha tenuto a battesimo l’iniziativa, recandosi in un ambulatorio di Firenze, dove il dottor Alessio Nastruzzi ha somministrato la prima dose a 6 suoi assistiti ultra anziani. Grazie alla stretta alleanza con i medici di famiglia, che abbiamo suggellato con un accordo sottoscritto con le loro organizzazioni sindacali, riusciremo a vaccinare tutti i nostri ultraottantenni in ogni angolo della Toscana. Solo così possiamo farcela, solo se ognuno di noi farà la sua parte e agirà con senso di responsabilità, dedizione, impegno e altruismo. Tutte qualità che in Toscana sono ampiamente rappresentate”.

Nei prossimi giorni, dunque, aumenterà il numero dei medici coinvolti e delle dosi di vaccino messe a loro disposizione per i propri assistiti. Inoltre, saranno aperte, sempre sul portale regionale, le agende tramite le quali i medici di famiglia potranno iniziare a prenotare i primi vaccini per i propri assistiti con più di 80 anni, dopo averli contattati e aver concordato data, ora e luogo della vaccinazione.

Liguria

Da Prima La Riviera

Sono partite ieri sera le prenotazioni on line per le vaccinazioni per gli over 90 attraverso il portale prenotovaccino.regione.liguria.it. Il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti ha voluto essere presente nella sede di Liguria Digitale a Erzelli per dare il via alla piattaforma.

Alle 23.05 di ieri sera il tempo di attesa era di circa 19 minuti con 2.420 persone in attesa e più di 1000 che avevano già ottenuto una prenotazione.

“È una serata che ricorderemo, perché comincia di fatto la vera grande campagna vaccinale nel Paese, prima dalle persone più a rischio, che hanno più di 80 anni, e poi via via scenderemo con l’età fino a coprire tutta la nazione, ovviamente arrivi dei vaccini permettendo – ha detto Toti – È un momento atteso, e quanto lo sia lo riferisce un dato: prima della partenza del sito per le prenotazioni c’erano oltre 800 persone già in attesa, e non tutti useranno questo sistema, dato che domattina alle 6 partirà il call center e si potrà prenotare anche attraverso gli sportelli Cup e gli sportelli di Asl e aziende ospedaliere, oltre alle iniziative previste nei piccoli comuni. È una giornata particolare: ringrazio Liguria Digitale che sta svolgendo un immenso lavoro, per questo ma anche per tutto il supporto informatico alla nostra sanità e alla modernizzazione del sistema. Stasera, citando Churchill, non sarà l’inizio della fine, ma la fine dell’inizio senza dubbio”.

Lombardia

Da Prima Pavia

E’ iniziato con il botto il "booking day" per il vaccino degli Over80 in Regione Lombardia. Attivo dalle 13 di ieri, 15 febbraio 2021, il portale messo a disposizione della Regione e reperibile all’indirizzo attesa.adesionicovid.servizirl.it è stato letteralmente preso d’assalto da centinaia di migliaia di persone. Alle 14.30 erano in più di 110mila le persone in attesa sul portale, con il messaggio “Ci vorrà più di un’ora per accedere” e la possibilità di lasciare la coda.

La campagna vaccinale degli Over80 è uno degli step verso l’immunizzazione delle fasce più a rischio contro il coronavirus, si tratta di un vaccino volontario che verrà somministrato in Lombardia a partire da giovedì 18 febbraio 2021. Per prenotare la propria dose di vaccino, gli Over80 potranno anche recarsi in farmacia o fare riferimento al proprio medico di base, nel caso non riuscissero a prenotare dal sito internet.

Il portale, a cui può accedere anche un familiare a patto che abbia sottomano la tessera sanitaria dell’Over80, rappresenta lo strumento telematico attivato per consentire ai nati fino al 1941, di prenotare la propria vaccinazione. Tutti i dettagli sulle opzioni possibili, sulle tempistiche e sulle modalità di somministrazione sono rese disponibili da Regione Lombardia che ha attivato un numero verde già subissato di chiamate nei giorni scorsi: 800894545. La Regione Lombardia ha definito il piano di vaccinazione degli over 80 (una popolazione di circa 726mila persone), che inizia giovedì 18 febbraio 2021 e le cui adesioni (non è obbligatorio) sono fissate da lunedì 15 febbraio, a partire dalle 13. Gli appuntamenti per effettuare la somministrazione saranno fissati e comunicati in base alle dosi di vaccino disponibili. Regione Lombardia ricorda inoltre che l’adesione può essere espressa senza fretta anche nei prossimi giorni e che l’ordine di registrazione sulla piattaforma non corrisponderà all’ordine in cui si verrà vaccinati.

La priorità sarà data ai cittadini ultracentenari, che in Lombardia solo oltre 4.000, a scalare sarà il turno degli ultra novantenni fino ad arrivare ai nati nel 1941.