Top News
Ai tempi del Covid-19

Rapina con la mascherina chirurgica... prima o poi doveva succedere

E non poteva che accadere in Lombardia, dove vige l'obbligo di coprire naso e bocca quando si esce di casa.

Rapina con la mascherina chirurgica... prima o poi doveva succedere
Top News 22 Aprile 2020 ore 10:17

Era abbastanza scontato. Troppo ghiotte le condizioni ai tempi del Covid-19 perché gli specializzati in questo tipo di imprese non cogliessero l'occasione... E non poteva che accadere in Lombardia, dove vige l'obbligo di mascherina (o quanto meno di coprire naso e bocca con sciarpa o foulard) quando si esce di casa.

Rapina a volto coperto... da mascherina

La prima rapina a volto coperto da mascherina è stata registrata qualche giorno fa in Brianza. Nel mirino, il più classico degli obiettivi, un ufficio postale. E' successo a Limbiate, cittadina a una ventina di chilometri da Milano verso Como: a entrare in azione a mano armata, due gentiluomini che rispetto all'iconografia classica, in pugno si sono presentati con un più tecnologico "taser" al posto della tradizionale pistola.

Il più classico degli obiettivi: la Posta

La mascherina l’avevano già indosso, come tutti del resto, ma anziché usarla come protezione è tornata utile per nascondere il volto mentre consumavano la rapina. Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri, in due sono riusciti ad entrare senza problemi approfittando per altro della porta girevole di interblocco all’ingresso che era rimasta aperta, probabilmente per far areare meglio i locali sempre in ottica anti-Covid...

Pochi soldi in cassa ai tempi del Covid

Una volta davanti allo sportello hanno intimato al personale di consegnare i contanti mostrando l’arma, dai racconti dei testimoni pare una pistola stordente. Dato che di questi tempi di "lockdown" anche l’ufficio postale è poco frequentato, i due banditi hanno dovuto accontentarsi di pochi euro. Poi sono scappati via, dileguandosi. Il paradosso, all'epoca del coronavirus, è che proprio la Lombardia negli anni s'è battuta molto per l'accesso ai luoghi pubblici a volto scoperto: ma le polemiche su burka e affini sono ormai solo un lontano ricordo... tanto ora ci sono le mascherine.

Da Prima Monza

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter