Top News
"Sacrificio minimo"

Il professor Galli ancora non arretra: "No stop all'utilizzo delle mascherine"

L'infettivologo: "Non vi dico di tenerla in spiaggia o al ristorante, ma in situazioni affollate sì, anche all'aperto".

Il professor Galli ancora non arretra: "No stop all'utilizzo delle mascherine"
Top News 19 Giugno 2021 ore 00:01

Nonostante le ultime indiscrezioni circa il fatto che il Governo Draghi starebbe valutando la possibilità di togliere l'obbligo della mascherina all'aperto a luglio, il professor Massimo Galli, infettivologo dell'ospedale Sacco di Milano, non arretra sulla questione:

"Nessuno stop all'utilizzo delle mascherine".

GALLI: "NO STOP ALL'UTILIZZO DELLE MASCHERINE":


Stop alle mascherine all'aperto, il governo ci pensa

Passo dopo passo il Governo Draghi sta adottando provvedimenti sempre meno stringenti ed esigenti nei confronti della Pandemia. Una presa di posizione dal calo dei contagi, dal prosieguo della campagna vaccinale e dalla prospettiva dell'immunità di gregge entro la fine di settembre.

Secondo le ultime indiscrezioni che arrivano da Roma, il premier Draghi starebbe valutando la possibilità di poter togliere l'obbligo delle mascherine a partire dalla metà del mese di luglio. Nella stessa direzione vanno anche le dichiarazioni del ministro della Salute, Roberto Speranza, e del sottosegretario Sileri, il quale, a Radio Cusano Campus ha affermato:

"Tempo fa ho detto che la mascherina all'aperto avremmo potuto metterla nel taschino quando saremmo arrivati a metà della popolazione vaccinata, e ora ci siamo. Dai primi di luglio sarebbe opportuno far cadere l'obbligo".

L'infettivologo Galli: "No stop alle mascherine"

Ciò che trapela da Palazzo Chigi si oppone diametralmente al parere del professor Massimo Galli, infettivologo dell'ospedale Sacco di Milano, secondo cui l'utilizzo delle mascherine, nei luoghi affollati, è considerato un mezzo minimo che riduce la circolazione del virus:

"Fino a che, per quelli che hanno situazioni più fragili, anche se si sono vaccinati, la situazione non si stabilizza e non diventa tranquilla - afferma il professor Galli - voi la mascherina usatela, voi la prevenzione negli ambiti, soprattutto di affollamento, tenetela. Per quanto riguarda quelli che non si sono mai vaccinati, vale la stessa cosa. E' un sacrificio minimo che comunque aiuta a ridurre la circolazione del virus. Non vi dico di tenerla in spiaggia o al ristorante, ma in situazioni affollate, anche all'aperto, direi che vale assolutamente la pena di ricordare che ci ha aiutato molto ed è sicuro che ci aiuti".

Mascherina: sì o no? Lega e M5S agli antipodi

La situazione relativa alla possibilità di uno stop all'utilizzo della mascherina all'aperto ha infiammato il dibattito politico, soprattutto tra chi crede che sia giunto il momento di dirle addio e chi invece ritiene saggio adottarla ancora come strumento di prevenzione contro il Covid-19. Di parere contrario sono Lega e M5S.

Il partito guidato da Matteo Salvini, come ribadito dallo stesso ex ministro dell'Interno, si ritiene pronto a proporre al premier Mario Draghi di dire stop all'uso delle mascherine all'aperto. In settimana, dopo un colloquio con il presidente del Consiglio, fuori da Palazzo Chigi, Salvini ha dichiarato:

"Spero che nell'arco non dico di poche ore, ma magari di pochi giorni l'Italia possa tornare alla libertà di respiro".

Non si è fatta attendere la replica del Movimento 5 Stelle a seguito delle affermazioni del leader leghista. Secondo il partito pentastellato, lo stop all'uso delle mascherine potrà giungere sulla base di dati scientifici e non per di propaganda:

"Il Movimento 5 Stelle ha sempre detto che i provvedimenti contro il Covid devono essere assunti sulla base di dati scientifici. Questa linea, e non la propaganda di qualcuno, ci porterà presto allo stop dell'uso delle mascherine".