Top News
Contagi in risalita

Green Pass all'italiana: come sarà per concerti, palestre, teatri e treni

Quasi sicuro per palestre, discoteche, concerti, convegni e grandi eventi. Dovrebbero "scamparla" bar e ristoranti, cinema e teatri.

Top News 15 Luglio 2021 ore 16:13

Il Green Pass come condizione essenziale per accedere a tutti i luoghi pubblici? Il Governo Draghi, al momento, sembra non seguirà il premier francese Emmanuel Macron, ma è al lavoro per estendere il campo di utilizzo della Certificazione Verde nella medesima direzione dei francesi. Solo in una versione più "light".

IL VIDEO SERVIZIO:

Green Pass come passepartout nei luoghi pubblici?

La prossima settimana sarà decisiva per capire in che modo l'Esecutivo intende agire per gestire al meglio il contrasto alla pandemia da Covid-19, entrata ora in un altro momento delicato a causa del dilagare della variante Delta.

In Francia il provvedimento è già realtà. Il presidente francese Emmanuel Macron ha deciso di estendere l'utilizzo del Green Pass anche per accedere a luoghi pubblici come bar, ristoranti, ceentri commerciali e mezzi di trasporto quali autobus e treni. Una soluzione drastica ma quanto mai decisiva per contrastare la pandemia da Covid-19, oggi in graduale ripresa a causa del dilagare della variante Delta che, in Francia, rappresenta ormai il 50% dei contagi.

Anche l'Italia si appresta a convertire il Green Pass come passepartout per accedere a tutti i luoghi pubblici?

Dov'è obbligatorio ora e dove lo sarà

AL MOMENTO OBBIGATORIO

Mostrare la Certificazione Verde che attesti la doppia vaccinazione, la guarigione dal Covid-19 o la negatività al tampone, è infatti già prassi obbligatoria per:

IN FUTURO POTREBBE ESSERLO

  • bar e nei ristoranti dovrebbero continuare a restare ad accesso libero, almeno secondo le ultime indiscrezioni
  • su treni e aerei potrebbe invece arrivare il Green pass obbligatorio
  • Green pass obbligatorio anche per palestre e discoteche
  • potrebbe diventare obbligatorio anche per concerti, convegni ed eventi in cui si prevedono inevitabili assembramenti
  • Cinema e teatri? Potrebbe bastare il mix di distanziamento e mascherine attuale

Il Governo Draghi è atteso da una settimana decisiva nella quale dovrà varare un provvedimento complessivo per gestire al meglio il contrasto alla pandemia, tra cui l'estensione dello stato di emergenza e la convinzione che un aumento dei contagi, non dovrebbe corrispondere ad un incremento dei ricoveri ospedalieri.

"Estendere l'uso del Green Pass in base al quadro generale"

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, si dice sicuro riguardo l'utilità del Green Pass, sottolineando come, finora, dai portali informatici governativi sono state scaricate ben 28 milioni e 400 mila Green Card.

Il Sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, si esprime su un uso più vincolante della Certificazione Verde a seconda dei dati sull'incidenza della variante Delta:

"Io credo che ogni riflessione deve essere fatta valutando il quadro attuale e il contesto nel quale questa riflessione viene fatta. E allora oggi nel nostro Paese fortunatamente la situazione, dal punto di vista degli ospedalizzati e delle terapie intensive, ci dà dati confortanti".

L'opposizione dice no

Dall'opposizione Fratelli d'Italia ritiene inammissibile l'uso obbligatorio del Green Pass ovunque, mentre il leader della Lega, Matteo Salvini, lo ritiene necessario solo nei casi di affollamento:

"Dal mio punto di vista nessun modello francese. Non devi tirar fuori la siringa o il tampone per andare a berti un cappuccino o mangiarti una pizza. Se ci sono eventi particolarmente affollati, lì ci può essere la richiesta di controlli sacrosanta".

Per il Partito Democratico l'opzione francese non è da escludere per partecipare ad eventi pubblici.

Comune milanese impone Green Pass per il concerto di Bianca Atzei

Mentre il Governo è al lavoro per stabilire l'estensione del campo di utilizzo del Green Pass, in provincia di Milano c'è già chi si è adoperato in maniera cautelativa. Come racconta Prima Milano, il Comune di Arconate, in occasione della Festa Patronale del 26 luglio, durante la quale è previsto il concerto di Bianca Atzei, ha deciso di aprire l'evento solo a chi è in possesso di Green pass o, in alternativa, a chiunque voglia sottoporsi ad un tampone offerto gratuitamente da fare la sera stessa dell'evento.

Una decisione legittima e prudente che, però, ha scatenato l'ira dei no vax che sui social si sono scagliati contro Sergio Calloni, sindaco del paese, assessori comunali e persino contro la cantante.

LEGGI ANCHE: Il comune di Arconate mette il Green pass per il concerto, valanga di insulti per il sindaco