Top News
Per non dimenticare

Giornata vittime del Covid: la foto simbolo, il premier Draghi a Bergamo

Il Presidente del Consiglio: "Oggi è una giornata piena di tristezza, ma anche di speranza: vorrei che tutti voi mi sentiste vicino. Lo Stato c’è è ci sarà".

Giornata vittime del Covid: la foto simbolo, il premier Draghi a Bergamo
Top News 18 Marzo 2021 ore 11:56

La notte del 18 marzo del 2020 una colonna di camion militari, passando lungo via Borgo Palazzo, a Bergamo, porta fuori città le salme per essere cremate in altre provincie italiane. L'immagine di quegli istanti è stampata a fuoco nella memoria di tutti noi.

A immortalarla è Emanuele Di Terlizzi, un assistente di volo di 28 anni che si è trasferito da Napoli da nemmeno tre mesi e che rimane scioccato.

Quella foto diventa un simbolo: è per questo che proprio oggi l'anniversario di quello scatto diventa un momento di raccoglimento per tutta la nazione.

GUARDA ANCHE IL VIDEO:

Giornata vittime del Covid: il premier Draghi a Bergamo

E' per questo che il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha scelto di esserci, oggi, giovedì 18 marzo 2021, nel capoluogo orobico.


Dalle 11, al cimitero Monumentale in segno di solidarietà e vicinanza alle famiglie delle oltre seimila vittime bergamasche della prima ondata (se si va oltre i dati certificati). La presenza del pubblico è vietata, presenti solo le telecamere Rai.

La diretta video della visita:

Clicca sull'immagine per il collegamento live

Dopo il cimitero, il trasferimento al Parco della Trucca, davanti all'ospedale cittadino Papa Giovanni XXIII, per la piantumazione del primo albero del Bosco della Memoria.

GIA' IERI UNA GIORNATA INTENSA DI COMMEMORAZIONI

Dai colleghi inviati di Prima Bergamo:

Ore 11.35. «Oggi è una giornata piena di tristezza ma anche speranza – sottolinea il presidente Mario Draghi, rivolgendo un pensiero commosso alle vittime – vorrei che tutti voi mi sentiste vicino. Lo Stato c’è è ci sarà. Non possiamo abbracciarci ma oggi dobbiamo sentirci ancora più uniti. Cari bergamaschi, avete vissuto giorni terribili. Questo luogo rappresenta un impegno solenne che prendiamo oggi: non accadrà più che le persone anziane e fragili non vengano accudite e protette. Solo così questo luogo sarà il simbolo del nostro riscatto».

Ore 11.20. «Avremmo voluto che questo prato oggi fosse pieno di persone e che questa giornata segnasse la fine della pandemia. Manca poco ma non ci siamo ancora, anzi nelle ultime settimane i contagi sono tornati a salire e adottate nuove restrizioni», ha sottolineato il sindaco Giorgio Gori, ringraziando il presidente Draghi per la vicinanza dimostrata alla città con la visita odierna.

Ore 11.16. La cerimonia simbolica è stata aperta (e sarà chiusa) dal suono della tromba del musicista Paolo Fresu, a sottolineare idealmente la necessità di rompere il silenzio con qualcosa che rimanga e cresca, come la musica o le piante. Oltre al tiglio saranno piantati 850 alberi e arbusti entro l’autunno.

Ore 11.13. Mario Draghi è arrivato alla Trucca, dove sarà piantato in quello che diverrà il Bosco della Memoria un tiglio adulto donato dal “comune virtuoso” di Biccari. Dal palco allestito il Premier parlerà davanti a un numero assai ristretto di autorità civili, religiose e militari. Oltre a Gori e a Fontana, presenti i sindaci di Nembro e Alzano Lombardo, Claudio Cancelli e Camillo Bertocchi, il vescovo Francesco Beschi, il presidente della Provincia Gianfranco Gafforelli, il direttore generale dell’Ats Massimo Giupponi, il direttore generale dell’Asst Papa Giovanni XXIII Maria Beatrice Stasi, il presidente del comitato Noi Denunceremo Luca Fusco.

Ore 10.55. Il presidente Draghi è arrivato al cimitero Monumentale, accolto dal sindaco Giorgio Gori, dal prefetto Enrico Ricci e dal presidente lombardo Attilio Fontana. Qui ha rispettato un minuto di silenzio e deposto una corona di fiori davanti alla stele dedicata alle vittime, su cui è incisa una poesia di Ernesto Olivero. Nello stesso luogo, il 28 giugno scorso, anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella aveva deposto una corona di fiori in memoria delle vittime, prima del Requiem di Donizetti.

LEGGI: Video e parole del premier Draghi in visita a Bergamo: «Uniti, anche senza poterci abbracciare»

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter