Top News
CONTROCORRENTE

Comune Covid free rimette l'obbligo di mascherina all'aperto per... i turisti

Si tratta di Asiago, perla dell'omonimo altopiano, dove i contagi sono azzerati e il sindaco si tutela prima dell'arrivo dei villeggianti, imponendo a tutti la protezione, sia ospiti che residenti.

Comune Covid free rimette l'obbligo di mascherina all'aperto per... i turisti
Top News 30 Giugno 2021 ore 11:55

Tutta Italia (tranne la Campania) si libera dall'obbligo di indossare il dispositivo di protezione individuale (la mascherina) ma in veneto c'è un Comune che va nella direzione opposta: il sindaco di Asiago, perla dell'omonimo altopiano in provincia di Vicenza, infatti, è pronto a firmare un'ordinanza per reintrodurre l'obbligo della mascherina nel centro cittadino. Il motivo? L'imminente consueto "assalto" dei turisti e la necessità di garantire la massima sicurezza.

Asiago presa d'assalto dai turisti

Via la mascherina all'aperto in tutta Italia. Anzi no, via ovunque tranne che in Campania. E ad Asiago, Comune ormai Covid free. Con lo Stivale che si colora di "bianco" e si avvia a vivere una stagione estiva carica di ottimismo e di spirito di rivalsa dopo la dolorosa parentesi del Covid (che non è ancora del tutto terminata), restano due eccezioni.

La Campania di De Luca, come detto, e, come racconta Prima Vicenza, la città di Asiago guidata dal primo cittadino Roberto Rigoni Stern il quale, come l'anno scorso, sta per firmare l'ordinanza che impone l'obbligo di indossare il dispositivo di protezione individuale nel cuore del centro cittadino. Il motivo? Sempre lo stesso: garantire la massima sicurezza in vista dell'assalto dei turisti in Altopiano.

Torna l'obbligo delle mascherine

Dal 15 luglio, dunque, e fino al 31 agosto, tutti i visitatori che vorranno fare tappa ad Asiago dovranno ricordarsi non solo di avere con sé la mascherina, ma anche di indossarla.

Una stretta, quindi, nella nota città montana, sulla scia di quella già attuata l'anno scorso in occasione dell'avvio della stagione estiva. Al momento l'Amministrazione comunale starebbe valutando la fattibilità del provvedimento in base alla legislazione statale. Dal canto suo il sindaco avrebbe valutato bene i motivi di tale decisione: nel fine settimana, infatti, l'altopiano e il centro cittadino di Asiago viene letteralmente preso d'assalto dai turisti, con assembramenti anche notevoli, e in alcuni momenti diventa difficile mantenere il dovuto distanziamento.

Il provvedimento diviene ancor più urgente proprio perché al momento ad Asiago non ci sarebbe alcun caso Covid. E l'arrivo dei turisti potrebbe ribaltare rapidamente questo scenario.