Spettacoli
Scontro aperto

Massimo Boldi contro Antonio Ricci: "Striscia la Notizia l'ho inventata io"

L'attore comico lombardo rivendica la paternità del programma, ma Ricci replica duramente.

Massimo Boldi contro Antonio Ricci: "Striscia la Notizia l'ho inventata io"
Spettacoli 21 Settembre 2021 ore 18:12

Massimo Boldi contro Antonio Ricci: è guerra aperta. L'oggetto del contendere riguarda la paternità di "Striscia la Notizia", tg satirico delle reti Mediaset, oggi in onda su Canale 5. L'attore comico lombardo ha recentemente dichiarato: "Striscia la Notizia l’ho inventata io, dieci anni prima che la facesse Antonio Ricci". Boldi ora chiede quindi i meriti per il successo del programma televisivo. Dura però la replica di Ricci: "Boldi fa confusione, soprattutto con le date. E' un soggetto in uno stato molto particolare".

Massimo Boldi: "Striscia la Notizia l'ho inventata io"

Sta tenendo banco nelle ultime ore la diatriba che si è scatenata tra l'attore comico Massimo Boldi e il capo trasmissione di "Striscia la Notizia", Antonio Ricci. Oggetto del contendere sarebbe proprio la paternità del tg satirico delle reti Mediaset, programma di punta del palinsesto di Canale 5. Massimo Boldi, prima durante il podcast "Muschio Selvaggio" di Fedez e Luis Sal, e poi in una recente intervista a QN ha dichiarato:

"Striscia la Notizia l’ho inventata io, dieci anni prima che la facesse Antonio Ricci. Dopo aver visto su Telereporter un tizio che trasmetteva un tg parlando soltanto di quello che avveniva alla Comasina, scrissi il testo di un tg divertente. Lo feci al Derby, poi ad Antenna 3, poi a Risatissima su Canale 5, con l'aiuto di Zuzzurro e Gaspare".

In questo senso, l'attore 76enne originario di Luino (Varese) ha svelato un particolare retroscena chiarificatore:

"Siamo al 1978-’79. Dopo il Fantastico con Celentano, per rientrare a Canale 5, Berlusconi mi affidò ad Antonio Ricci. Gli propongo l’idea del telegiornale e lui mi risponde: Belìn, ancora il telegiornale, sono 10 che lo fai! È una rottura di scatole".

La questione portata a galla da Boldi ha come obiettivo quello di farsi riconoscere i meriti per il successo di uno dei programmi televisivi più longevi della storia della tv italiana, il quale ha mosso i suoi primi passi nel 1988 e ancora oggi è tra i più seguiti nella fascia serale.

Antonio Ricci: "Boldi soggetto in stato particolare"

Non si è fatta attendere la replica da parte di Antonio Ricci, il 71enne autore televisivo di "Striscia la Notizia":

"Boldi fa confusione, e parecchio, pure sulle date. Quando faceva Grand Hotel era il 1986. Difficile che nello studio accanto si girasse Striscia, visto che la prima puntata del tg satirico andò in onda nel novembre del 1988. Forse sarebbe stato il caso di verificare le informazioni, soprattutto quando, coscientemente, si intervista un soggetto in uno stato molto particolare".

E' attesa la replica di "Cipollino"...

LEGGI ANCHE: Terence Hill e l'ultima puntata di Don Matteo. La sua carriera in nove foto

Alessandro Balconi