Sport
Giovani Talenti

Il nuoto italiano ha due nuovi campioni: Ceccon e Pilato medaglie d'oro ai Mondiali di Budapest

Il 21enne vicentino conquista i 100 mt dorso con tanto di record mondiale. La 17enne tarantina, invece, si aggiudica i 100 mt rana.

Il nuoto italiano ha due nuovi campioni: Ceccon e Pilato medaglie d'oro ai Mondiali di Budapest
Sport 21 Giugno 2022 ore 11:27

Due medaglie d'oro storiche ai mondiali di nuoto di Budapest 2022, giunte a poche ore di distanza una dall'altra, che consacrano due nuovi giovani talenti azzurri: stiamo parlando di Thomas Ceccon, 21enne vicentino, e di Benedetta Pilato, 17enne di Taranto, che si sono aggiudicati rispettivamente l'oro nei 100 metri dorso, con tanto di record mondiale, e nei 100 metri rana.

Medaglia d'oro e record mondiale per Thomas Ceccon nei 100 mt dorso

IL VIDEO:

Una performance perfetta che resterà per sempre nella storia del nuoto italiano per tantissimi motivi. Thomas Ceccon, 21enne originario di Thiene (Vicenza) ha conquistato la medaglia d'oro ai mondiali di Budapest 2022 nei 100 metri dorso. Un'impresa storica la sua perché si è trattato della prima vittoria iridata nella categoria per un atleta italiano, condita per di più da un 51"60, un tempo record che lo consacra come il più veloce nei 100 mt dorso.

Il nuotatore vicentino è riuscito a battere il campione americano Ryan Murphy, arrivato secondo in 51”97, mentre terzo si è classificato Hunter Armstrong con 51”98. Il tempo record di Ceccon surclassa, tra le altre cose, proprio il precedente di Murphy che, nei 100 metri dorso, si era fermato a 51''85.

Il 21enne allenato da Alberto Burlina è stato protagonista di una nuotata stilisticamente perfetta, completando la prima vasca in 25''14 e il ritorno in 26''46. Ceccon, al termine della gara, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, ha affermato:

"Oggi non mi batteva nessuno! Che colpo sensazionale. 51"60 è un tempo molto forte, anche ieri potevo farlo, non mi aspettavo però di andare così forte. Il record del mondo in Italia l'hanno fatto 4 atleti forse, è un 'achievement' che per la carriera di uno sportivo è tanta roba. Oggi gli americani sono andati molto forte, Murphy si nasconde sempre e poi in finale tira fuori quello che non ha. Armstrong ha la mia età e sapevo che poteva andare forte. La gara di ieri mi ha dato tanta sicurezza. L'emozione? Sinceramente non lo so, non ne ho idea. Obiettivi? Punto ancora più in alto!".

IL POST:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ceccon Thomas (@ceccon_thomas)

Più forte di tutte! Benny Pilato oro nei 100 metri rana

E a poche ore di distanza dal successo di Thomas Ceccon, è giunta una seconda storica impresa azzurra ai mondiali di Budapest 2022. Benny Pilato, 17enne originaria di Taranto, ha vinto la medaglia d'oro nei 100 metri rana. Un primo posto conquistato con le unghie e con i denti, rimontando da un iniziale sesto posto e toccando il traguardo prima di tutte le altre sfidanti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da benny (@benedetta.pilato)

Il tempo finale della giovanissima campionessa italiana è stato di 1’05”93, 5 centesimi prima della seconda classificata, la tedesca Anna Elendt, con al terzo posto l'olimpionica Ruta Meylutite, che si è fermata a 1'06"02. Per la 17enne di Taranto la vittoria ai Mondiali di Budapest 2022 rappresenta una vera e propria rivincita personale dopo la debacle olimpica della scorsa estate, quando la giovanissima Pilato era stata squalificata nella categoria dei 100 metri rana.

L'ORO DI BENNY PILATO:

Queste sono state le parole di Benedetta Pilato al termine della gara:

"Era la mia prima finale mondiale nei 100 rana e già ero contenta di averla raggiunta. Aver vinto è davvero sorprendente. Prima della gara piangevo di gioia per Ceccon che mi ha fatto rivivere le sensazioni provate quando ho stabilito il record mondiale e adesso eccomi qua con l’oro al collo. Sono stracontenta e soddisfatta del mio lavoro e del mio percorso. Dall’argento di Gwangju sono cambiate moltissime cose. Sono tre anni che sembrano molti di più, perché le aspettative sono sempre più impegnative. Ho avuto anche un po’ di problemi fisici che mi hanno condizionato, ho imparato a reagire positivamente ai risultati negativi. Sto crescendo, anche se resto sempre la più piccola della squadra, quindi me la godo. Siamo una Nazionale fortissima. Siamo uniti, vinciamo, sembra venire tutto facile".

Nell'intervista post vittoria, la 17enne nuotatrice tarantina non ha retto la grande emozione ed è scoppiata a piangere in diretta durante un'intervista in inglese del dopo gara.

BENNY PILATO SCOPPIA A PIANGERE DOPO LA VITTORIA:

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter