Sport
Brutta tegola per la Roma

Frattura della tibia per Wijnaldum: come è avvenuto l'infortunio e perché c'entra il giovane Felix

Per il neo acquisto romanista si valuta quale strada seguire per il recupero.

Frattura della tibia per Wijnaldum: come è avvenuto l'infortunio e perché c'entra il giovane Felix
Sport 22 Agosto 2022 ore 12:00

Una bruttissima gatta da pelare per la Roma e tutti i tifosi romanisti: a pochissime settimane dal suo acquisto, il centrocampista olandese Georgino Wijnaldum, detto Gini, ha rimediato un gravissimo infortunio alla gamba destra: per lui si tratta di una frattura composta della tibia, avvenuta in allenamento nel corso della giornata di ieri, domenica 21 agosto 2022. All'origine di tutto ci sarebbe stato uno scontro di gioco fortuito con un compagno di squadra, il giovanissimo Felix Afena-Gyan.

Roma, frattura della tibia per Wijnaldum

Il suo arrivo nella capitale era avvenuto lo scorso 5 agosto 2022: un acquisto eccellente da parte della presidenza americana dei Friedkin che, dopo il colpo Dybala, avevano regalato all'allenatore José Mourinho un centrocampista da favola.

ACCOGLIENZA DA RE PER WIJNALDUM:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Georginio (Gini) Wijnaldum (@gwijnaldum)

Quasi venti giorni più tardi, tuttavia, sia per Georgino Wijnaldum, detto Gini, sia per tutti i tifosi romanisti, la grande gioia si è trasformata in dolore: il centrocampista olandese, infatti, ha avuto un gravissimo infortunio alla gamba destra, riportando la frattura composta della tibia.

Com'é avvenuto l'infortunio e perché c'entra il giovane Felix

Stando agli ultimi dettagli emersi dall'infortunio di Wijnaldum, il calciatore ex Psg si sarebbe fatto male a seguito di un contrasto di gioco in allenamento avvenuto con il giovanissimo compagno di squadra Felix Afena-Gyan.

Felix Afena-Gyan

L'infortunio, accaduto nella partitella di rifinitura prima di Roma-Cremonese, in programma oggi, lunedì 22 agosto 2022, ha provocato a Wijnaldum un dolore è fortissimo: il giocatore è stato immediatamente portato in clinica per i controlli, tra lo sconforto dei giocatori (Felix in primis) e dello staff.

I tempi di recupero

Dopo i consulti con i medici del Psg (proprietario del cartellino) e della nazionale olandese, la volontà di Gini sembrava essere quella di operarsi immediatamente, addirittura nella giornata di oggi, ma la scelta ora è cambiata: Wijnaldum è stato ingessato e attenderà nuovi consulti con specialisti prima di prendere una decisione definitiva su come intervenire.

I motivi del gesso sono due: il primo è legato ai tempi, poiché una prima diagnosi indica che il rientro non è prevedibile prima del 2023, non c’è fretta per decidere tra una terapia conservativa o un intervento chirurgico; il secondo, invece, si rifà all'accordo stipulato dalla Roma nel 2021 con la Klinik Gut di St. Moritz, che consente al club di avvalersi dell'esperienza del Dott. Ahlbaumer e del suo staff per consulenze ortopediche nell’eventualità di traumi o problematiche relative ai calciatori della società.

È atteso, infatti, un consulto con il chirurgo ortopedico svizzero per decidere quale strada seguire per il recupero di Wijnaldum. La speranza del giocatore è quella di riuscire a recuperare dall’infortunio in tre mesi, in tempo per partire per il Qatar insieme alla sua nazionale. Per quanto riguarda la Roma, il rientro in campo di Wijnaldum non avverrà prima di gennaio 2023.

Mourinho (furioso) difende il giovane Felix

A seguito di quanto accaduto a Georgino Wijnaldum, non ha esitato a parlare l'allenatore della Roma, José Mourinho, dispiaciuto (e anche furioso) per il gravissimo infortunio che ha riguardato il suo nuovo acquisto. Nonostante le emozioni contrastanti, lo "special one" ha avuto parole di conforto anche nei confronti del giovane Felix Afena-Gyan, quest'ultimo massacrato sui social media per aver infortunato il suo compagno di squadra. Queste le parole di Mourinho:

"A volte il calcio può essere una merda. In sole due settimane, Gini è diventato uno di noi per le sue qualità umane (le sue qualità calcistiche le conoscevamo già). Purtroppo, in uno sfortunatissimo incidente ha avuto un brutto infortunio che lo terrà lontano campo per molto tempo. Ma non è solo il calcio a essere merda a volte, anche le persone possono esserlo... Coloro che hanno dato inizio alle voci secondo cui un ragazzo top come Felix potrebbe essere responsabile dell'accaduto sono vera feccia. Stasera siamo tutti insieme: giochiamo per la Roma, per Wijnaldum e per Felix".

IL POST:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jose Mourinho (@josemourinho)

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter