Scuola
Domande al via

Quando si fa l'iscrizione a scuola 2023-2024: cosa fare, tempi e scadenze

Si parte dalle 8 di lunedì 9 gennaio 2023 e c'è tempo sino al 30 gennaio

Quando si fa l'iscrizione a scuola 2023-2024: cosa fare, tempi e scadenze
Scuola 08 Gennaio 2023 ore 09:43

Come ogni anno a gennaio è tempo di iscrizioni nelle scuole. Dalle 8 di lunedì 9 gennaio 2023 sarà possibile presentare domanda di iscrizione per l'anno scolastico 2023-2024.  Una procedura che riguarderà all'incirca 1,3 milioni di studenti in tutta Italia.

Iscrizioni scuola al via dal 9 gennaio 2023

Come oramai da prassi, anche per il prossimo anno scolastico le procedure di iscrizione per le classi prime delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, andranno effettuate online. Per le scuole dell'Infanzia, invece, si procederà con il metodo "classico", rivolgendosi direttamente all'Istituto comprensivo di riferimento.

Le iscrizioni online riguardano anche i percorsi di istruzione e formazione professionale erogati in regime di sussidiarietà dagli istituti professionali e dai centri di formazione professionale accreditati dalle Regioni e le scuole paritarie che, su base volontaria, hanno aderito alla procedura telematica.

Come si fa l'iscrizione online a scuola

Le famiglie degli studenti interessati potranno trovare informazioni dettagliate su ciascun istituto e individuare la scuola di interesse attraverso Scuola in Chiaro, l’applicazione messa a disposizione dal ministero: un QR Code dinamico associato a ogni scuola fornirà tutte le informazioni sulle strutture, l’offerta formativa, le attrezzature e confronterà alcuni dati con quelli di altre istituzioni scolastiche del territorio.  Il sito di riferimento pe è Cerca la tua scuola.

Le domande di iscrizione potranno essere inoltrate dalle 8 di lunedì 9 gennaio 2023 alle 20  di lunedì 30 gennaio 2023 attraverso il servizio  Iscrizioni online, disponibile sul portale del ministero dell’Istruzione e del merito.

Per accedere al sistema è necessario possedere le credenziali Spid (Sistema pubblico di identità digitale), Cie (Carta di identità elettronica) o eIDAS (electronic IDentification Authentication and Signature). Sul sito delle iscrizioni sono disponibili informazioni utili per effettuare la domanda, video tutorial, guide scaricabili.

Una sola domanda, ma più scuole

Si potrà presentare una sola domanda di iscrizione per ciascuno studente, ma si potranno indicare fino a  altre due preferenze nel caso in cui la scuola scelta avesse un esubero di richieste rispetto ai posti disponibili. Il sistema   avviserà le famiglie in tempo reale, a mezzo posta elettronica e tramite l’app IO, dell’avvenuta attivazione del servizio e consentirà di seguire l’iter della domanda di iscrizione.

Domande tardive: cosa fare

Se la domanda viene compilata e inviata in ritardo  gli Uffici scolastici regionali insieme al dirigente scolastico proveranno a individuare un’alternativa per l’accoglienza dell’iscrizione.

Le iscrizioni tardive sono accettate quando un rifiuto comporterebbe la negazione del diritto all’istruzione, come nel caso del trasferimento di una famiglia da una città all’altra. In linea di massima non possono non essere accettate le domande solo in caso di raggiungimento del numero massimo di alunni nelle classi.

Nel caso non fosse possibile accettare l’iscrizione sarà sempre l’ente regionale di riferimento, cioè gli Uffici scolastici regionali, a proporre delle alternative per l’iscrizione scolastica dell’alunno.

Seguici sui nostri canali