3ª e ultima parte

In viaggio sui set di film e fiction

Turismo per cinefili (e non solo): location da sogno, tra Liguria, Veneto e Toscana, dove sono state ambientate scene famose.

In viaggio sui set di film e fiction
Turismo 09 Novembre 2021 ore 15:40

Siamo all’ultima puntata del nostro percorso alla scoperta di luoghi dove sono state girate scene di celebri film e fiction che magari hanno acquisito notorietà proprio grazie a loro. Eccovene altri indimenticabili.

Liguria, gli scenari delle Cinque Terre

Portofino sullo sfondo di una scena di “The Wolf of Wall Street”, in primo piano Leonardo Di Caprio

Di scenari da film è senza dubbio ricca l’intera Liguria. E molti di questi erano già famosi. Ad esempio Portofino: qui sono stati girati alcuni sfondi di “The Wolf of Wall Street”, uno dei capolavori di Martin Scorsese con uno straordinario Leonardo Di Caprio nei panni di uno spregiudicato broker. Nello stesso film compaiono Chiavari, Riomaggiore e Vernazza, due dei paesi che, insieme a Monterosso, Corniglia e Manarola formano le Cinque Terre che sono, invece, la bellissima ambientazione del cartoon “Luca” della Pixar distribuito dallo scorso giugno su Disney+.
Per apprezzare al meglio le Cinque Terre vi consigliamo di percorrere la Via dell’Amore, il sentiero più famoso e romantico che congiunge Riomaggiore e Manarola in appena 1 km.

Veneto, dall’aereo de “Il paziente inglese” al balconcino di Giulietta e Romeo

A parlare di film con scenari veneti partiamo da un campo di volo che si trova a Nervesa della Battaglia (TV). Perché? Perché qui ha sede la Fondazione Jonathan Collection che custodisce e fa volare una flotta di aerei storici, tra cui il Tiger Moth usato per le riprese di film leggendari, da “Lawrence d’Arabia” a “La mia Africa”, fino alle riprese aeree delle scene ambientate in Tunisia del film pluripremiato con gli Oscar “Il paziente inglese”.
Visto che siete da queste parti, un salto nella bella Treviso non può mancare. Magari per farvi un drink all’inconfondibile bancone dell’Hotel Continental dove sono state registrate molte scene del film di Paolo Sorrentino “Le conseguenze dell’amore” con Toni Servillo. Ma Treviso, in questo caso degli anni Sessanta, è protagonista anche della sferzante commedia di costume di Pietro Germi “Signore & Signori”, vincitrice del Grand Prix per il miglior film al 19º Festival di Cannes nel 1966. Vi si possono scoprire, innanzitutto, Piazza dei Signori su cui si affacciano alcune rilevanti architetture come il Palazzo del Podestà, con la torre civica, il Palazzo dei Trecento, antica sede del Maggior Consiglio, e il Palazzo Pretorio; ma anche Calmaggiore, la strada principale del centro storico con i suoi palazzi affrescati sia nelle facciate che all’interno dei portici.

Treviso, Piazza dei Signori dove sono ambientate diverse scene di “Signore & Signori” di Pietro Germi

Non perdetevi, poi, la villa palladiana splendido scenario del film di Liliana Cavani “Il gioco di Ripley”, interpretato da John Malkovich. Si tratta di Villa Emo a Fanzolo (TV) sulla strada che porta ad Asolo, antico paese collinare che fa parte del club de “I borghi più belli d’Italia”. La villa, patrimonio Unesco, è ricca di bellissimi affreschi di Giovanni Battista Zelotti che fanno bella mostra anche nella pellicola.
Non poteva mancare, tra i set preferiti, il balconcino di Giulietta e Romeo a Verona. Sarà protagonista anche di “Love in the Villa” di Netflix, insieme ad altri siti iconici della città, come la sontuosa scalinata di Palazzo Barbieri o i vicoli del centro storico della cittadina veneta, dal Ponte Pietra sul fiume Adige fino a piazza Bra.

Toscana, dove vincono campagna e relax

La scena de “Il Gladiatore” di Ridley Scott registrata in Val d’Orcia

Partiamo dalla campagna toscana, coi suoi vivaci colori, spesso in primo piano in diversi film. Si pensi, ad esempio, a “Il Gladiatore” di Ridley Scott interpretato da Russell Crowe: le scene struggenti nel campo di grano sono state girate in Val d’Orcia.
Invece “Sotto il sole della Toscana”, diretto da Audrey Wells e interpretato da Diane Lane, è stato girato a Cortona, paesino bucolico nel cuore della regione, e a Montepulciano e dintorni. E non si dimentichi che il famoso set degli spot del Mulino Bianco è l’antico mulino di Chiusdino (SI). Abbiamo già citato “Il paziente inglese”: sappiate che il convento abbandonato dove troveranno ospitalità i due protagonisti è l’ex monastero di Sant’Anna in Camprena a Pienza, oggi affascinante agriturismo. Mentre una delle scene d’amore più belle del film è stata girata nella basilica di San Francesco di Arezzo, con la protagonista, attaccata a una fune, che volteggia ammirando gli affreschi di Piero della Francesca. Non perdetevi la visita a questa basilica gotica che accoglie uno dei massimi capolavori del Rinascimento, la Leggenda della vera Croce di Piero della Francesca.
Proprio ad Arezzo, poi, sono state registrate diverse scene de “La vita è bella”, lo straordinario film di Roberto Benigni vincitore di tre premi Oscar: come le famose discese in bicicletta di Benigni per i vicoli del centro medievale, fino alla pittoresca Piazza Grande.
A proposito di Benigni, il film “Pinocchio” del regista Matteo Garrone, che lo vede protagonista, è stato in parte ambientato nella Val di Chiana senese: in particolare, nella tenuta La Fratta, nel comune di Sinalunga, un vero e proprio borgo medievale che vi invitiamo a visitare.

La discesa in bicicletta de “La vita è bella” per i vicoli del centro medievale di Arezzo

Ma non si può non accennare anche ai film di Leonardo Pieraccioni: citiamo almeno “Il Ciclone”, con la splendida Lorena Forteza, ambientato nelle suggestive campagne toscane. Ad esempio a Pratovecchio Stia, nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, ambiente ideale per gli amanti del trekking, dove si trovano l’erboristeria di Carlina (Tosca D’Aquino) e l’officina del meccanico Pippo (Paolo Hendel); o nella medievale Poppi, una rara città murata dove sono tutt’oggi riconoscibili la farmacia di Isabella (Benedetta Mazzini) e il negozio da fruttivendolo di Nello (Gianni Pellegrino). Mentre è alle porte di Laterina il casolare che nel film è la casa della famiglia Quarini, con il suo porticato davanti al quale si svolge la famosa danza spagnoleggiante.
Concludiamo con un salto sull’Isola d’Elba per scoprire le ambientazioni della serie televisiva de “I delitti del BarLume”, successo di Sky Cinema. Tra le location protagoniste della serie c’è innanzitutto Marciana Marina, il comune più piccolo dell’isola che, in piazza della Vittoria, ospita il famoso BarLume, ma anche la bellissima Marina di Campo che s’affaccia sul Golfo di Lacona, una cornice perfetta per chi vuole trascorrere qualche giorno nel più pieno relax.