Appuntamento da non perdere

Fiera di Sant’Orso, dal 2 al 3 aprile Aosta in festa per la “Millenaria”

Per la prima volta la rassegna dell’artigianato e delle tradizioni della Valle si svolge in primavera.

Fiera di Sant’Orso, dal 2 al 3 aprile Aosta in festa per la “Millenaria”
Turismo 22 Marzo 2022 ore 15:18

Torna l’antica Fiera di Sant’Orso. E per la prima volta nel corso della sua millenaria storia si svolgerà in primavera. Dal 2 al 3 aprile gli artigiani e gli artisti valdostani esporranno per le vie del centro di Aosta le invenzioni, l’ingegno e la creazione del loro lavoro, come da tradizione.
L’antica manifestazione cambia quindi nella data, ma non nella sostanza, confermandosi una festa senza tempo, portatrice di una tradizione granitica, come le montagne della regione alpina.

Fiera di Sant’Orso celebra la storia valdostana

La Fiera affonda le sue antiche radici in epoca medioevale, all’interno del Borgo di Aosta, nell’area circostante la Collegiata che porta il nome di Sant’Orso. Racconti leggendari narrano che tutto ha avuto inizio proprio di fronte alla chiesa dove il Santo, vissuto precedentemente al IX secolo, sarebbe stato solito distribuire ai poveri indumenti e sabot, tipiche calzature in legno ancora oggi presentate alla fiera.
Oggi tutto il centro cittadino è coinvolto nella manifestazione, che celebra la storia valdostana, grazie alla presenza di artigiani e aziende locali, che espongono prodotti frutto di attività tradizionali come la scultura e l’intaglio su legno, la lavorazione della pietra ollare, del ferro battuto e del cuoio, la tessitura del drap (stoffa in lana lavorata su antichi telai di legno), e ancora merletti, vimini, oggetti per la casa, scale in legno, botti. In una sezione specifica allestita sulla centrale Piazza Chanoux - l’Atelier des métiers, - è inoltre possibile visitare l’esposizione delle opere degli artigiani di professione.

Fiera di Sant’Orso, una festa per i buongustai

L’atmosfera primaverile, le giornate che si allungano e il clima più mite amplificano lo spirito conviviale di condivisione e socialità, che caratterizza la storica manifestazione. La visita alla Fiera di Sant’Orso non è, quindi, solo un’occasione per fare acquisti, ma un’esperienza immersiva unica nell’atmosfera della città di Aosta, tra musica e folklore, alla scoperta delle eccellenze della Valle d’Aosta, all’insegna della voglia di ritrovarsi e di stare insieme.
La Fiera di Sant’Orso è da sempre anche un appuntamento per buongustai: nel padiglione enogastronomico, allestito in Piazza Plouves, si potranno infatti degustare e acquistare vini e prodotti tipici della Valle d’Aosta e lungo il percorso dell’intera manifestazione saranno disponibili menu tipici proposti dalle pro-loco regionali e dai ristoranti del centro.

Per ulteriori informazioni: www.lasaintours.it

Il programma della Fiera

2 aprile

Ore 8.00 - Inaugurazione con la banda municipale di Aosta all’Arco d’Augusto

Dalle 14.00 alle 18.00 - Spazio dedicato ai più piccoli con il Mini atelier della Falegnameria Didattica del Mav dove i bambini dai 3 ai 12 anni possono mettere alla prova la propria manualità e creare un oggetto in legno come “veri” artigiani. Attività gratuita - Prenotazioni in loco il giorno stesso dell’evento.

Ore 18.00 - Aosta, Chiesa di Sant’Orso: Messa solenne dedicata agli artigiani di tradizione

2-3 aprile - 1022ª Fiera di Sant’Orso

Dalle 8.00 alle 18.00 - Esposizione di 1.000 artigiani lungo il centro storico di Aosta. Per la Saint Ours 2022 è stato scelto come simbolo che contraddistingue ogni artigiano espositore “Le sécateur” (cesoia per potatura). È stato realizzato dalla falegnameria “Lo Tzapoteun” di Christian Chamonin.

Punti rosso neri - Somministrazione di piatti della cucina regionale nei padiglioni gestiti dalle pro-loco valdostane.

Dalle 8.30 alle 18.00 - Alla sede Poste Centrali, in via Ribitel 1, ricordo filatelico speciale Fiera di Sant’Orso, gestito dalle Poste Italiane.

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter