spunti

Vacanze in camper, sette mete da non perdere

Dalle saline di Santa Margherita alle Marche più autentiche, passando un coast to coast in Basilicata

Vacanze in camper, sette mete da non perdere
Non solo auto e moto 19 Agosto 2022 ore 17:43

Vacanze in camper, sette mete da non perdere. Viaggiare liberi, senza troppe pianificazioni, certi di raggiungere luoghi che resteranno nel cuore. La vacanza in camper è da sempre nella top list delle cose da fare almeno una volta nella vita, ma quest’anno è diventata anche il top trend dell’estate.

Vacanze in camper, sette mete da non perdere

Il Salone del Camper torna a Fiere di Parma dal 10 al 18 settembre. E per l’occasione propone 7 mete a portata di qualsiasi viaggiatore. Le più gettonate, per chi ama le città d’arte, chi vuole scoprire borghi antichi lontani dalle rotte di massa, luoghi perfetti per lo sport, trekking o bike, mare e montagna.

Tramonto sulle Saline più grandi d’Europa

I fenicotteri rosa sullo sfondo, giochi di luce che ne riprendono i colori al tramonto e si vanno a riflettere sull’acqua e sulle montagne bianche di sale. Trovarsi alle Saline di Margherita di Savoia quando il sole sta per scendere regala emozioni indimenticabili. Un momento che vale da solo il viaggio in Puglia.

Abruzzo, dalla costa al Piccolo Tibet

Una destinazione da vivere e assaporare giorno dopo giorno, lentamente. L’Abruzzo trova nella varietà paesaggistica del proprio territorio il suo punto di forza e proprio per questo è una meta molto amata dai camperisti, che spostandosi con il loro mezzo possono vivere diverse vacanze in una. A partire dai suoi circa 130 chilometri di costa lungo i quali si alternano arenili di sabbia dorata e fresche pinete, scogliere, promontori e calette di ciottoli, spiagge animate o lidi solitari. Dopo tanto mare ci si può spostare verso le cime alte dell’Appennino.

Basilicata coast to coast

Da Matera a Maratea. Il viaggio parte dai simbolici Sassi per addentrarsi poi nell’Appennino lucano fino a raggiungere le sabbie dorate del Metaponto. Nell’itinerario che porta alla costa jonica merita una tappa Bernalda, edificata in cima a un colle dal feudatario Bernardino da Bernaudo, che spostò in questo luogo più difendibile la città di Camarda. Lungo la costa si raggiunge Policoro, famosa per i suoi stabilimenti balneari, ma anche perché importante polo agricolo del Sud. Il viaggio riprende attraverso un paesaggio lunare, segnato dai calanchi, che porta a scoprire piccoli borghi come Craco, conosciuta anche come la città fantasma, disabitata dagli anni ’60 in seguito a una frana. Chi ama trekking e kayaking deve fermarsi al Parco Nazionale del Pollino, il più grande parco naturale europeo. Il viaggio si conclude a Maratea davanti alla statua del Redentore, che domina il Golfo di Policastro.

Camper & bike lungo la via Emilia

Ogni città che si incontra è una tappa di un percorso da vivere a ritmo lento alla scoperta dell’Emilia Romagna, con il suo patrimonio UNESCO e i luoghi del cinema, i 18 cammini di pellegrinaggio, i 17 parchi naturali, gli 11 parchi divertimento e gli altrettanti parchi avventura, i 110 km di spiagge attrezzate e 24 stabilimenti termali. I camperisti che amano le 2 ruote, nella Romagna del grande Pantani, trovano diversi percorsi, dal Parco del Delta del Po fino alla valle del Conca con i suoi suggestivi borghi arroccati, toccando le Saline di Cervia e la ciclabile del Marecchia. In Emilia si possono invece costeggiare i palazzi e le rocche che sorgono lungo il grande fiume o salire in montagna nel Parco Regionale del Frignano fino ai colli bolognesi, dove ci si lascia conquistare dalla generosa cucina della regione.

Polonia, alla scoperta dei 23 Parchi Nazionali e dei Nidi d’aquila

Famosa per le sue città ricche di storia, cultura e arte, dall’eclettica Varsavia, alla graziosa Cracovia, dall’orgogliosa Danzica, all’accogliente Breslavia, la Polonia continua ad affascinare i viaggiatori da tutto il mondo. Esiste però una Polonia meno nota, tutta da conoscere, magari in camper e bicicletta, viaggiando senza fretta, fermandosi in campeggi immersi nella natura, in riva al lago, ai margini di boschi secolari. La Polonia ha ben 23 Parchi Nazionali. Chi ama l’avventura non può perdersi, nel Parco Nazionale Pieninski, la discesa in zattera nella Gola di Dunajec, una delle più belle gole fluviali in Europa e tra le più interessanti attrazioni della regione Malopolska. La navigazione sulle zattere è un’esperienza indimenticabile. Gli appassionati delle 2 ruote invece potranno scegliere uno degli itinerari più amati e suggestivi, quello dei Nidi d’Aquila.

Il Molise in camper di borgo in borgo attraverso i tratturi

Terra di antiche tradizioni il Molise si rivela una regione sorprendente. Scegliere di attraversarla in camper significa regalarsi tante vacanze, dal mare alle colline, passando per piccoli borghi arroccati attraverso antichi tratturi. La costa in soli 35 km regala bianche spiagge, acque cristalline e gioielli da visitare come il borgo marinaro di Termoli, con le sue antiche mura a picco sul mare. Vale la pena addentrarsi tra le viette del centro storico, circondate da case colorate, fino ad incontrare la strettissima “rejecèlle”, il vicolo più stretto d’Italia, nel quale si riesce a passare solo di traverso! L’itinerario prosegue di borgo in borgo, da Fornelli, conosciuto come il paese dalle 7 torri, con una cinta muraria medievale tra le meglio conservate a Frosolone, che si trova su un promontorio circondato da rupi scoscese.

Le Marche e le vacanze in camper

Quando si pensa alle Marche vengono subito in mente le sue spiagge, le cittadine più famose come Urbino, Pesaro, Gradara, Jesi, la Riviera del Conero, ma l’unica regione “plurale” d’Italia, nasconde tante sfumature e luoghi meno noti, tutti da scoprire. Meglio se in camper, che consente di fermarsi ogni giorno in un posto nuovo. Offagna è un borgo medievale, bandiera arancione, dominato da una rocca che svetta sul paesaggio collinare circostante. A luglio si tiene la famosa festa Medievale, con rievocazioni in costume, in cui si rivive l'antica tradizione della Contesa della Crescia, una disfida con lancia, balestra, arco e mazza ferrata tra i quattro rioni del paese. Altra tappa imperdibile è Genga. Inserita all’interno del Parco Naturale Regionale Gola della Rossa e di Frasassi è meta ambita soprattutto per i camperisti che amano le escursioni a piedi, bikers e climbers.

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter