verso le vacanze

Vacanze in auto, rimossi 500 cantieri sulla rete Anas

Per facilitare la circolazione in previsione dell’aumento dei flussi veicolari

Vacanze in auto, rimossi 500 cantieri sulla rete Anas
Non solo auto e moto 15 Luglio 2022 ore 09:05

Vacanze in auto, rimossi 500 cantieri sulla rete Anas. In previsione dell’aumento dei flussi veicolari dovuti agli spostamenti dei vacanzieri, Anas (Gruppo FS Italiane), per facilitare la circolazione sulla rete stradale e autostradale di competenza, rimuove fino al 4 settembre oltre 500 cantieri, più della metà dei cantieri ad oggi attivi (oltre mille), con l’obiettivo di offrire un viaggio più confortevole e sicuro, non solo per spostamenti di breve e medio raggio, ma anche di lungo raggio.

Vacanze in auto, rimossi 500 cantieri Anas

La riduzione dei cantieri stradali Anas si inserisce nell’ambito del Piano concordato e promosso dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (Mims). L’operazione di rimozione cantieri si unisce al Piano Anas mobilità estiva 2022, che sarà varato a breve, in collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili, insieme a Viabilità Italia, al Ministero degli Interni, all’Aiscat, alla Protezione Civile, alla Polizia Stradale, alla Polizia di Stato, all’Arma dei Carabinieri e al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

QUI TUTTI I CANTIERI AGGIORNATI SUL SITO DI AUTOSTRADE PER L'ITALIA

La campagna Guida e Basta

In parallelo è in corso la campagna Guida e Basta. E’ bene sapere che oltre il 90% degli incidenti deriva dal comportamento scorretto del guidatore. La distrazione è uno dei principali rischi per chi guida e per gli altri. Controllare un messaggio su WhatsApp comporta 4 secondi di distrazione, ovvero per una percorrenza a 50 km/h un tratto di 56 metri (due campi da pallacanestro). Cercare un numero in rubrica corrisponde a 8 secondi di distrazione, per una percorrenza a 50 km/h si tratta di 111 metri (circa un campo da calcio).

Suggerimenti utili

Fra le cause di incidentalità restano ancora prevalenti la distrazione alla guida, legata all’uso di smartphone, l’utilizzo di sostanze alcoliche o stupefacenti, il mancato rispetto della precedenza, la velocità troppo elevata e il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza. Oltre a controllare il veicolo prima di partire, è bene viaggiare informati e non guidare dopo aver bevuto.

Lo stesso vale per chi è sotto l’effetto di droghe. Importante poi mettere la cintura e assicurare i bambini nei seggiolini, oltre che non eccedere i limiti di velocità, mantenere la distanza di sicurezza e fermarsi se si è stanchi. Infine: mai distrarsi alla guida. Sono tre i tipi di distrazione da evitare quando si conduce un veicolo: visiva (non guardare la strada), cognitiva (non porre attenzione alla guida) e manuale (avere le mani impegnate).

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter