importante

Sicurezza stradale 2022, l’analisi dei giovani alla guida

Si chiama “Mobilità dei giovani” ed è il Rapporto Dekra incentrato sui neopatentati

Sicurezza stradale 2022, l’analisi dei giovani alla guida
Non solo auto e moto 18 Dicembre 2022 ore 18:00

Sicurezza stradale 2022, ecco l’analisi dei giovani alla guida. Presso la Sala Zuccari del Senato della Repubblica si è svolta la presentazione del Rapporto Dekra su questo tema, dal titolo “Mobilità dei giovani", incentrato su una categoria particolarmente strategica, ovvero i giovani neopatentati. Un tema che appare sempre più centrale, considerato che a livello mondiale gli incidenti stradali rappresentano la prima causa di morte tra i giovani di età compresa tra i 5 e i 29 anni. In Italia, inoltre, secondo l'ultima stima preliminare Istat relativa al periodo gennaio-giugno 2022, rispetto allo stesso periodo del 2021, i dati indicano che si sono verificati 81.437 incidenti stradali con lesioni a persone (+24,7%), le vittime sono state 1.450 (+15,3%) e i feriti 108.996 (+25,7%).

Sicurezza stradale 2022

Come si evince dal Rapporto, pur essendo molto più sicuri i viaggi in auto per i passeggeri, ancora oggi nell'Unione Europea gli incidenti stradali nella fascia d'età 18-24 anni causano nel 64% dei casi la morte del guidatore o del passeggero al suo fianco, rispetto al 44% nella popolazione complessiva. Nuove prospettive arrivano tuttavia dai veicoli di nuova generazione, che sono connessi e digitali e quindi risultano essere maggiormente sostenibili. A volte, però, anch'essi sono usati senza un'adeguata consapevolezza e formazione rispetto ai rischi, anche fisici, derivanti da un impiego non completamente informato di tali mezzi.

Il livello dei servizi in città

L'obiettivo di Dekra è migliorare il livello dei servizi a beneficio della popolazione nelle città, evitando di intasare strade di mezzi. Da tempo il possesso di un'auto come status symbol non ha più l'importanza che rivestiva in passato, oggi valgono di più connettività e flessibilità. In tal senso, secondo un sondaggio condotto in Germania da Forsa, su incarico di Dekra, nell'autunno 2021, tra i giovani nella fascia d'età 18-24 anni, il 42% utilizza più volte alla settimana anche i mezzi di trasporto pubblici come bus e treno. Inoltre, il 32% sale più volte alla settimana in sella alla classica bicicletta o alla pedelec. Questa tendenza risulta accentuata soprattutto nelle aree urbane, da una parte per la disponibilità di offerte di car sharing, noleggio di scooter elettrici e servizi di trasporto pubblico locale, dall'altra anche in ragione della scarsità di parcheggi.

Questione di educazione

L'educazione stradale e sociale delle nuove generazioni, insieme al consolidamento del sistema valoriale di sicurezza e sostenibilità, sono i focus point su cui è necessario un coinvolgimento congiunto di famiglie, scuole, enti territoriali e aziende coinvolte. Dal Rapporto Dekra 2022 emerge l'importanza di supportare il processo di maturità dei teenagers alla guida rendendoli consapevoli dei rischi nel loro lifestyle quotidiano, al fine di formare utenti ragionevoli e responsabili delle nuove strade, anche attraverso la condivisione di best practices. In tal senso, vengono identificati come fattori nocivi overconfidence, droga-alcool, smartphone, corse illegali, scarsa esperienza alla guida.

Seguici sui nostri canali