da sapere

Rinnovo patente, in cosa consiste la visita medica

E’ necessario sottoporsi, tra altri accertamenti, ad un controllo che esamini l’acuità visiva ed eventuali deficit

Rinnovo patente, in cosa consiste la visita medica
Non solo auto e moto 07 Aprile 2022 ore 16:49

Rinnovo patente, in cosa consiste la visita medica? Per conseguire o per rinnovare la licenza di guida è necessario sottoporsi, tra altri accertamenti, ad un controllo che esamini l’acuità visiva ed eventuali deficit del campo visivo. L'obiettivo è evitare di mettere in pericolo se stessi e gli altri. Una buona capacità visiva è requisito fondamentale per essere in possesso della patente e guidare in sicurezza. Per tale motivo, per conseguire o rinnovare la patente di guida è necessario sottoporsi ad una visita medica. Questa deve permettere di accertare l’idoneità visiva del conducente secondo dei parametri imposti dal codice della strada.

Rinnovo patente, in cosa consiste la visita medica

Nel corso della visita si controllano, infatti, tra gli altri parametri. Ossia l’acuità visiva, il daltonismo, il campo visivo, la sensibilità all’abbagliamento e il tempo di recupero, la visione crepuscolare. In caso di deficit del visus o del campo visivo o la presenza di patologia che riducono l’idoneità alla guida, come il glaucoma, viene richiesta una visita specialistica da un medico oculista. La visita oculistica per il rinnovo della patente avviene ogni 10 anni fino ai 50 anni di età; ogni 5 anni dai 50 ai 70 anni; ogni 3 anni dai 70 agli 80 e ogni 2 anni quando si è over 80.

Ma cosa succede a chi porta gli occhiali?

Il codice della strada permette ai soggetti con difetti visivi di mettersi alla guida, correggendo la propria vista con occhiali da vista o le lenti a contatto. Al termine della visita, il medico certificatore o la commissione medica locale deciderà se è obbligatorio o meno indossare gli occhiali o le lenti quando si è alla guida. E tale decisione verrà riportata sul documento rilasciato con la dicitura “guida con lenti”. Quando si riscontra anche un solo piccolo e leggero difetto visivo, è sempre consigliato guidare con gli occhiali da vista. Mentre, se si indossano le lenti, è necessario avere un paio di occhiali di scorta in auto nel caso in cui dovessero servire.

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter