l'analisi

Mercato immobiliare 2022, le compravendite sono in aumento

Bene soprattutto le case per vacanza, considerate un ottimo investimento

Mercato immobiliare 2022, le compravendite sono in aumento
La mia casa dolce casa 26 Giugno 2022 ore 15:06

Mercato immobiliare 2022, le compravendite sono in aumento. Dopo il boom del 2021, nei primi quattro mesi dell’anno in corso è proseguita la crescita delle compravendite di abitazioni, anche se con minore intensità. È il giudizio del 54,2% degli operatori immobiliari Fimaa (la Federazione italiana mediatori agenti d’affari, aderente a Confcommercio-Imprese per l’Italia), secondo i quali questo è l’effetto di una domanda ancora dinamica (lo dice il 56,3% di agenti immobiliari) e di una offerta in riduzione (per il 51,2%), per una variazione dei prezzi - secondo il 58,4% - analoga a quella dell’ultimo quadrimestre del 2021.

Mercato immobiliare 2022

È la fotografia del “sentiment” del mercato immobiliare residenziale realizzato dall’Ufficio studi Fimaa da cui emerge dunque un mercato ancora forte nei fondamentali, ma con percentuali di crescita in calo. Per quanto riguarda il futuro il 62,2% degli intervistati prevede per il periodo maggio-agosto che si proseguirà sugli stessi livelli del quadrimestre appena concluso, sia per il numero di scambi (62,2% dei giudizi), sia per i prezzi medi di vendita (68,4%). Secondo più di un quarto del campione, il mercato è ancora trainato dalle agevolazioni (valide fino per tutto il 2022) destinate ai giovani con meno di 36 anni (esenzione imposte e mutuo fino al 100%), e dagli acquisti per investimento (23,4%). Seguono, con il 20,3% delle risposte, i tassi di interesse sui mutui, giudicati ancora competitivi.

Il ruolo delle case vacanza

Nel 2021, il numero di abitazioni affittate in Italia è stato di oltre 1 milione e 365mila, quasi il 6% in più rispetto all’anno precedente, e nei primi quattro mesi del 2022 la domanda non dà segnali di calo mentre l’offerta non dà segnali di crescita. La maggior parte degli interpellati giudica dunque sugli stessi livelli dello scorso anno tanto il numero di contratti di locazione che i canoni. Sono buone le aspettative per il secondo quadrimestre 2022, con il 48,2% del campione che prevede compravendite in crescita, prezzi sui livelli del 2021 (lo dice il 61,7%) e canoni di locazione sui livelli del 2021 (per il 48,6% degli interpellati).

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter