il dilemma

Acquisto o affitto? Che cosa scegliere?

Il mercato immobiliare sta risentendo dell’aumento dei tassi e in parallelo anche dei prezzi

Acquisto o affitto? Che cosa scegliere?
La mia casa dolce casa 06 Agosto 2022 ore 17:11

Acquisto o affitto? Che cosa scegliere? Il mercato immobiliare sta risentendo dell’aumento dei tassi e in parallelo anche dei prezzi. Che succede? Che cosa è meglio fare? Optare per una soluzione oppure per l’altra? Tante domande sul tavolo, che impongono serie riflessioni. In ogni caso, in base alle analisi condotte dall’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa il mercato immobiliare è ancora vivace. La ricerca della prima casa è molto attiva così come quella del mutuo più adatto. L’analisi sulla convenienza di comprare l’immobile, piuttosto che scegliere di andare in affitto, parte dal presupposto che in caso di acquisto si abbia liquidità sufficiente per coprire almeno il 20% del valore, le spese accessorie e quelle necessarie all’accensione del mutuo. Inoltre, va considerato sempre il rapporto rata reddito.

Acquisto o affitto? Che cosa scegliere?

L’aumento dei tassi di interesse, l’aumento dei prezzi e dei canoni di locazione ha cambiato lo scenario rispetto ad un anno fa e le rate sono in aumento. Inoltre, rispetto a un anno fa si contano più casi in cui il canone di affitto è più basso rispetto alla rata di mutuo. Nonostante questo, l’acquisto risulta ancora una scelta opportuna, soprattutto nelle zone periferiche dove i prezzi sono ancora bassi. Nelle aree centrali e semicentrali, talvolta più costose, l’affitto potrebbe risultare più conveniente dell’acquisto. In questo momento il mercato offre ancora valide occasioni, ma il trend dei valori è in salita, motivo in più quindi per acquistare anche perché i mutui, nonostante lo scenario mutato, sono ancora convenienti.

La simulazione

Tecnocasa ha considerato un appartamento di tipologia medio-usato, situato in tre zone: centro, semicentro e periferia di Milano. E ha simulato l’acquisto sia di un bilocale sia di un trilocale. Ha poi ipotizzato un mutuo a 25 anni, al tasso di 1,82%, con copertura sia al 70% sia all’80% del valore dell’immobile. E’ emerso che i canoni di locazione sono aumentati di più che in altre città. L’importante aumento dei prezzi e il rialzo dei tassi sui mutui ha fatto sì che in molti casi l’acquisto della casa prevedesse una rata più alta del canone di locazione.

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter