da provare

A tavola con la fantasia dei Finger Food

Il cibo “mangiato con le mani” rappresenta un’alternativa o un’aggiunta al vostro tradizionale menù

A tavola con la fantasia dei Finger Food
In cucina con nonna Anna 23 Ottobre 2022 ore 18:00

A tavola con la fantasia dei Finger Food. Lo conoscete? Se sì bene e se lo apprezzate ancora meglio, avrete che fare per le grandi abbuffate con amici e parenti. Se invece brancolate nel buio siete nel posto giusto per rilanciare il vostro pranzo o la cena, dandole una ventata d’aria fresca. Per Finger Food si intende il cibo mangiato con le mani (con le dita letteralmente) e rappresenta una variante o un’aggiunta al vostro tradizionale menù: si tratta di ricette rapide, veloci, sfiziose, accattivanti per l’occhio e deliziose per il palato. Per pietanze che sono in grado non solo di stupire i vostri ospiti dal punto di vista culinario ma anche da quello estetico, andando a decorare la tavola imbandita e avendo ben in mente i concetti del food design. Il Finger Food si presenta come ideale per l’aperitivo o anche per un antipasto se la vostra cena andrà in scena in piedi, a buffet.

A tavola con la fantasia dei Finger Food

Veniamo al dunque: nel concreto stiamo parlando di polpette, mini-bruschette, tartine, arancini, crocchette di pollo e mozzarella, arancini, tramezzini, gamberi preparati in ogni modo, fagottini, vol-au-vent e tanto altro. L’importante sono le piccole dimensioni, da consumare in un boccone e tanto meglio se da semplici riuscirete a trasformare le vostre pietanze in articolate: l’obiettivo è che tutti i cinque sensi siano soddisfatti. E attenzione a non confonderlo con lo street food, perché il cibo di strada è un’altra cosa. Basta pensare che c’è anche una data di nascita per il Finger Food: risale al 2002, a Salisburgo, durante la manifestazione di gastronomia internazionale Expogast. Le linee guida lo posizionano ad inizio pasto, equiparandolo praticamente ad un antipasto di dimensioni ridotte. Poi le vie della fantasia culinaria sono diventate infinite.

Dalla bresaola agli spiedini

Per ingolosirvi una volta per tutte abbiamo scelto quattro Finger Food, puntando forte sulla velocità e sulla semplicità di preparazione: anche in caso di ospiti all’ultimo minuto o di pasti improvvisati potrete comunque cavarvela. Ecco dunque i pacchetti di bresaola ripieni di formaggio: per renderli unici servono un formaggio spalmabile, olio e un trito di erbe aromatiche. Realizzare degli spiedini invece lascia campo libero alla vostra fantasia: bastano degli stuzzicadenti e il gioco è fatto, infilando a vostro piacimento formaggio, cubetti di salumi, verdure, mozzarella e frutta. Dovrete però essere bravi a trovare l’abbinamento giusto.

Tarallini e bruschette di polenta

Infine passiamo ad un Finger Food tra i più facili da realizzare: per farlo servono dei tarallini pugliesi, da farcire a piacere. Il connubio migliore prevede salmone oppure salumi, ma anche formaggi, olive e tanto tanto altro. Per concludere ecco le tanto amate bruschette di polenta: una volta preparata va lasciata raffreddare, quindi va tagliata a pezzi e fatta passare in padella. Per completare il quadro d’eccellenza servono una fetta di fontina, una di speck e dei funghi. E buon appetito.

Seguici sui nostri canali