l'analisi

Rapporto sulle tossicodipendenze, i dati del 2019

Disponibile l’analisi dei soggetti dipendenti da sostanze assistiti in Italia dai Servizi pubblici

Rapporto sulle tossicodipendenze, i dati del 2019
Il mio stile di vita 30 Dicembre 2021 ore 17:27

Rapporto sulle tossicodipendenze, arriva l’analisi dei dati del 2019. Sono 130.168 i soggetti dipendenti da sostanze assistiti in Italia nel 2019 dai Servizi pubblici per le Dipendenze, l'86% dei pazienti totali sono di genere maschile. L’eroina rimane la sostanza primaria più usata dall’insieme degli utenti in trattamento, ma diminuisce la proporzione di persone sul totale dei trattati che la scelgono come sostanza di elezione. Il Rapporto rappresenta l'analisi a livello nazionale dei dati rilevati attraverso il Sistema Informativo Nazionale per le Dipendenze (SIND) nell'anno 2019.

Il rapporto sulle tossicodipendenze

Nel 2019 sono operanti in Italia 562 Servizi pubblici per le Dipendenze (Ser.D). In diverse regioni i servizi sono articolati su più sedi di erogazione delle prestazioni; la dotazione complessiva del personale dipendente all’interno dei Serd.D risulta, al 31/12/2018, pari a 6.221 unità. Tra le figure professionali gli infermieri rappresentano il 30,2% del totale (6.624 unità), seguiti dai medici (22,3%), dagli assistenti sociali (13,6%), dagli psicologi (15,0%) e dagli educatori professionali pari al 9,4% e dagli OTA/OSS con l’1,3%. Nel 2019 i servizi in Italia hanno assistito complessivamente 130.168 soggetti dipendenti da sostanze di cui 17.889 sono nuovi utenti (13,7%) e 112.279 sono soggetti già in carico o rientrati dagli anni precedenti (86,3%). Circa l’86% dei pazienti totali sono di genere maschile.

L’eroina è la sostanza più usata

I pazienti in trattamento sono prevalentemente di nazionalità italiana (92,1%), soprattutto le femmine (96,6%). Il 65% dell’utenza in trattamento per droga è in carico ai servizi per uso primario di oppiacei. L’eroina, rimane la sostanza primaria più usata dall’insieme degli utenti in trattamento; tuttavia la proporzione di persone sul totale dei trattati che la scelgono come sostanza di elezione, diminuisce nel corso degli anni. Tra i nuovi utenti la cocaina risulta sostanza primaria d’abuso nel 37,4% dei casi, mentre per gli utenti già noti tale dato è pari al 19,2% (21,7% nei pazienti totali).

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter