attenzione

Il ruolo dell’alcol: meglio evitarlo o berne il meno possibile

E’ parte integrante della cultura e della tradizione italiana, ma serve contenerne rischi e danni

Il ruolo dell’alcol: meglio evitarlo o berne il meno possibile
Il mio stile di vita 14 Gennaio 2023 ore 17:00

Il ruolo dell’alcol: meglio evitarlo o berne il meno possibile. Pur rappresentando una sostanza giuridicamente legale, l’alcol è una sostanza psicotropa che, se assunta a dosi elevate, può portare alla dipendenza. Le bevande alcoliche, soprattutto il vino, sono un prodotto largamente utilizzato nel nostro Paese e il loro consumo è parte integrante della cultura e della tradizione italiana, pertanto è necessario contenere i rischi e i danni di salute e sociali correlati al consumo di bevande alcoliche, responsabilizzando le persone nella quantità e nella modalità di assunzione degli alcolici.

Il ruolo dell’alcol

Oggi non si usano più termini come “consumo moderato”, “consumo consapevole” o simili, che potrebbero indurre il consumatore in una certa indulgenza nel bere alcolici. Non è possibile, infatti, identificare livelli di consumo che non comportino alcun rischio per la salute. Pur partendo dal concetto, ormai condiviso da tutta la comunità scientifica, che si riassume con lo slogan less is better (meno è meglio), si rende comunque necessario definire alcuni parametri che permettano una valutazione del rischio connesso all’assunzione di bevande alcoliche. Le indicazioni italiane definiscono a basso rischio un consumo di 2 unità alcoliche al giorno per gli uomini, 1 unità alcolica al giorno per le donne, 1 unità alcolica al giorno per le persone con più di 65 anni, zero unità di alcol sotto i 18 anni.

Unità alcoliche e modalità di assunzione

Un’unità alcolica corrisponde a 12 grammi di alcol puro ed equivale a un bicchiere di vino (125 ml a 12°), una lattina di birra (330 ml a 4,5°), un aperitivo (80 ml a 38°), un bicchierino di superalcolico (40 ml a 40°). Ogni unità alcolica consumata apporta mediamente 70 kcal, prive di qualsiasi contenuto nutritivo se non il potere calorico, di cui bisogna tenere conto, anche in vista del crescente aumento di eccedenza ponderale. Oltre alle quantità assunte, è importante considerare la modalità di assunzione delle bevande alcoliche, che contribuisce ad innalzare i rischi per la salute e i rischi sociali, come il bere lontano dai pasti o il bere quantità di alcol eccessive in una singola occasione; il consumo in occasioni o contesti che possono esporre a particolari rischi, quali la guida o il lavoro; la capacità di smaltire l’alcol rispetto a genere ed età.

Seguici sui nostri canali