ricorrenza

Giornata mondiale della zanzara, si celebra il 20 agosto

E' stata introdotta per ricordare l’importanza della lotta alla malaria

Giornata mondiale della zanzara, si celebra il 20 agosto
Il mio stile di vita 20 Agosto 2022 ore 07:19

Il 20 agosto è la Giornata mondiale della zanzara. E’ stata promossa per ricordare a tutti l'importanza della lotta alla malaria e alle malattie trasmesse da vettori. L'Organizzazione Mondiale della Sanità stima oggi che le malattie trasmesse da vettori come la zanzara rappresentano il 17% di tutte le malattie infettive causando oltre 700mila decessi l’anno. La sola malaria ne causa 400mila.

La Giornata mondiale della zanzara

La giornata è nata per ricordare un ufficiale medico dell'esercito britannico Ronald Ross che nel 1897, in India, scoprì il coinvolgimento delle zanzare nel ciclo di trasmissione della malaria. Questo gli valse il Nobel per la medicina nel 1902. Tuttavia, fu uno scienziato italiano, Giovanni Battista Grassi, a scoprire che le zanzare responsabili della malaria umana appartenevano al genere Anopheles. Solo in seguito si scoprì che anche zanzare appartenenti ai generi Aedes e Culex erano in grado di trasmettere altre malattie all'uomo, come ad esempio Dengue, Febbre Gialla, West Nile, Chikungunya, Zika e Filariosi.

Per prevenire le punture

E’ bene proteggere la propria abitazione con zanzariere a porte e finestre. O se non è possibile, utilizzando spray a base di piretro o altri insetticidi per uso domestico, oppure diffusori di insetticida elettrici, areando bene i locali prima di soggiornarvi e seguendo attentamente le istruzioni per l’uso. Proteggersi durante il sonno dotando il letto di una zanzariera. Indossare abiti di colore chiaro che coprano la maggior parte del corpo. Se necessario, usa repellenti cutanei sulla pelle esposta.

Per ridurre la proliferazione

Eliminare i contenitori inutili (barattoli, lattine, fiaschi, ecc.) anche di piccole dimensioni e pneumatici usati. Mettere al riparo dalla pioggia tutto ciò che può raccogliere acqua piovana. Coprire vasche, cisterne, bidoni, serbatoi per l’irrigazione di giardini, orti e tutti i contenitori dove si raccoglie l’acqua piovana con zanzariere, teli o coperchi. Svuotare settimanalmente sottovasi, ciotole per l’abbeverata degli animali e qualsiasi altro contenitore che viene lasciato all’aperto.

Altri consigli utili

Riporre con l’apertura verso il basso annaffiatori, secchi per l’acqua e altri contenitori. Mettere nelle fontane e vasche ornamentali pesci rossi o altri pesci che si nutrono di larve di zanzara. Verificare che le grondaie siano pulite e non ostruite e che sui teli che coprono cumuli di materiali e legna non ristagni l’acqua. Trattare regolarmente con prodotti larvicidi, seguendo le istruzioni riportate in etichetta, tombini, caditoie ed altri ristagni d’acqua non eliminabili. Segnalare alle amministrazioni pubbliche la presenza di zanzare, utilizzando anche eventuali app.

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter