da sapere

Cosa fare in caso di morso di zecca?

In Italia vivono nel sottobosco umido e nei prati erbosi e sono particolarmente diffuse in questo 2022

Cosa fare in caso di morso di zecca?
Il mio stile di vita 21 Agosto 2022 ore 12:03

Cosa fare in caso di morso di zecca? Si tratta di un problema particolarmente diffuso in questa estate 2022, soprattutto fra chi ama fare trekking in montagna. Stiamo parlando delle zecche: come gli acari, appartengono alla classe degli Aracnidi. Sono dei parassiti ematofagi obbligati, cioè devono succhiare sangue per vivere e riprodursi. Il ciclo di sviluppo parte dall’uovo, da cui fuoriesce una larva con 6 zampe, che dopo il primo pasto di sangue muta in una ninfa, più grande e con le definitive 8 zampe. Sono pericolose perché possono trasmettere alle persone agenti patogeni responsabili di diverse malattie quali rickettsiosi (febbre bottonosa del Mediterraneo), encefalite virale da zecche (TBE, Tick Borne Encephalitis), borreliosi di Lyme e la febbre emorragica di Crimea-Congo (CCHF). Si tratta di zoonosi, cioè di malattie veicolate dal morso o dalla puntura della zecca.

Cosa fare in caso di morso di zecca?

In Italia, le zecche a cui prestare particolare attenzione sono due: la zecca del cane (Rhipicephalus sanguineus) e appunto la zecca dei boschi (Ixodes ricinus). Quest’ultima vive prevalentemente nel sottobosco umido e nei prati erbosi, tuttavia può essere presente anche nelle aree verdi dentro e in prossimità dei centri urbani. Nel caso si rinvenissero una o più zecche sul corpo è necessario rimuoverle utilizzando pinzette a punta fine, possibilmente ricurve o altri specifici strumenti in plastica, attualmente in commercio. Va afferrata la zecca il più vicino possibile alla cute tirando delicatamente verso l’alto e ruotando leggermente, evitando di schiacciarle il corpo o di lasciare frammenti della zecca nella cute. Quindi disinfettare la ferita applicando un prodotto antisettico e rivolgersi al proprio medico se si avverte malessere o si notano reazioni cutanee inusuali dopo il morso della zecca.

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter