consigli

Come ridurre il consumo di energia in casa?

Suggerimenti utili da applicare fra le mura domestiche: fanno bene al portafogli e persino all’ambiente

Come ridurre il consumo di energia in casa?
Il mio stile di vita 15 Maggio 2022 ore 17:00

Come ridurre il consumo di energia in casa? A fronte dei continui rincari dell’energia è diventato un imperativo. Ma come fare? Ci sono alcune operazioni domestiche a cui è difficile rinunciare. Tuttavia esistono anche dei semplici accorgimenti che possono darci una mano nel rendere più leggera la bolletta dell’energia elettrica. Generando quindi un vantaggio per il nostro portafogli ma allo stesso tempo anche per l’ambiente, dandoci la possibilità di esercitare uno stile di vita maggiormente virtuoso ed energeticamente sostenibile. Ecco dunque alcuni suggerimenti pratici da adottare al più presto.

Come ridurre il consumo di energia in casa?

Per cominciare è bene utilizzare delle lampadine a basso consumo energetico. Chi non l’ha ancora fatto deve subito dire addio alle lampadine tradizionali (a incandescenza), sostituendole con quelle a basso consumo energetico (a led). Ecco poi un consiglio che non passa mai di moda: spegnere la luce quando non serve davvero. Molti infatti hanno purtroppo l’abitudine di lasciare accese le luci, anche quando non ce n’è bisogno. Attenzione poi allo stand-by: meglio non lasciare in questo stato i dispositivi elettronici, ma spegnerli. Il riferimento è a televisori e stampanti, caricabatterie degli smartphone: si tratta dei cosiddetti «carichi fantasma», che influiscono in modo notevole sulla bolletta.

Attenzione al condizionatore

In vista del periodo estivo è bene anche sfruttare una regolazione più intelligente dell’aria condizionata: in primis è utile dotarsi di condizionatori in classe A o superiore, i quali garantiscono di per sé una buona efficienza energetica. Quindi è utile sapere che abbassare la temperatura di condensazione o assicurarsi che porte e finestre di casa siano ben chiuse  mentre l’aria condizionata è in funzione produce risparmio. Inoltre, non è mai necessario settare l’aria condizionata a 18° se fuori ce ne sono 30: anche tralasciando l’inevitabile shock termico derivante dal passaggio tra un ambiente e l’altro, mettere l’impianto in condizione in condizione di lavorare sempre a tali, elevatissimi livelli equivale a consumare molta energia. Provate invece a  tarare l’aria condizionata sui 25/27°: saranno più che sufficienti a farvi sentire meno accaldati.

I grandi elettrodomestici

Ce n’è anche per lavatrice, asciugatrice e lavastoviglie: meglio utilizzarle nei momenti e nei modi più convenienti. Esistono  fasce orarie  in cui il  costo dell’energia è più economico, e che sarebbero quindi da favorirsi per l’utilizzo di grossi elettrodomestici. Inoltre, è anche possibile ottenere eccellenti risultati di lavaggio con temperature moderate (per esempio a 40°), centrifugando bene i capi così da eliminare l’umidità residua. Anche se si dispone di una comodissima asciugatrice, meglio comunque favorire un’asciugatura all’aria aperta nelle belle giornate di sole. Infine, è sempre consigliato rimuovere gli avanzi di cibo e pre-lavare a mano piatti, pentole e posate prima di metterle in lavastoviglie.

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter