importante

Come proteggere i bambini dalle ondate di calore

I più piccoli sono maggiormente suscettibili al caldo e ad altri fattori di rischio correlati.

Come proteggere i bambini dalle ondate di calore
Il mio stile di vita 11 Giugno 2022 ore 16:00

Come proteggere i bambini dalle ondate di calore? I cambiamenti climatici sono associati ad un aumento della frequenza ed intensità delle ondate di calore, del rischio di siccità e di incendi e hanno effetti negativi sulla qualità dell’aria, dell’acqua e sulla sicurezza alimentare. Tutti questi fattori possono avere effetti negativi sulla salute dei bambini. Perché i bambini sono più suscettibili al caldo e ad altri fattori di rischio correlati?

Nei bambini, in particolare nei neonati e nei piccoli, la temperatura corporea aumenta velocemente a causa di una minore capacità di termoregolazione. Inoltre, sudando di più possono andare incontro a disidratazione. Inoltre la loro pelle è più delicata, sottile e suscettibile alle scottature; le cellule della pelle che producono melanina (la quale svolge una funzione protettiva rispetto ai raggi UV) sono meno reattive rispetto a quelle degli adulti.

Come proteggere i bambini dalle ondate di calore

Proteggere il proprio bambino, imparare a riconoscere i sintomi, contattare il pediatra se si identificano condizioni che possono rappresentare un campanello di allarme, sono tutte operazioni fondamentali. Nel caso di un’ondata di calore è bene offrire spesso al bambino acqua da bere, così come allattare i neonati più frequentemente.

Opportuno anche scegliere un’alimentazione ricca di frutta e verdura, con alto contenuto di liquidi e di sali minerali. Controllare la temperatura corporea dei lattanti e dei bambini piccoli, rinfrescare il loro corpo con una doccia tiepida e quando possibile aprire il pannolino. Utile anche mantenere freschi i locali dove soggiorna il bambino.

Attenzione ai raggi solari

Esistono anche delle raccomandazioni per l’esposizione ai raggi solari (UV). In primis i bambini sotto i sei mesi di vita non devono essere mai esposti al sole diretto. Quindi serve applicare la crema solare ad alta protezione (SPF 50+) prima di uscire. E riapplicarla spesso (ogni due ore) e dopo il bagno in piscina o al mare, proteggere le labbra e le orecchie del bambino. Importante anche usare occhiali da sole con lenti con filtri UV. Così come tenere i bambini all’ombra nelle ore più calde.

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter