importante

Attività fisica e salute, due giornate mondiali per celebrarle

La prima si è svolta il 6 aprile, la secondo il giorno seguente, 7 aprile

Attività fisica e salute, due giornate mondiali per celebrarle
Il mio stile di vita 21 Aprile 2022 ore 17:38

Attività fisica e salute, due giornate mondiali per celebrarle. Due date contigue per due celebrazioni importanti e strettamente collegate l’una all’altra. La Giornata mondiale dell’attività fisica (6 aprile, iniziativa sostenuta dall’ONU e promossa dal network internazionale AgitaMundo) e la Giornata mondiale della salute (7 aprile, promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, OMS). “Muoversi per vivere” è stato lo slogan dell’edizione 2022 del World Day for Physical Activity. E mette in evidenza come uno stile di vita attivo sia essenziale per il nostro benessere fisico e psicologico e per la salute in generale. E così, “Il nostro pianeta, la nostra vita”, claim del World Health Day 2022, sottolinea l’importanza di azioni urgenti necessarie per mantenere la popolazione generale e il pianeta in salute. Oltre che per creare società incentrate sul benessere.

Attività fisica e salute

Già la Carta di Toronto, redatta nel maggio 2010 da un gruppo di esperti del Global Advocacy for Physical Activity (GAPA), recitava «L’attività fisica promuove il benessere, la salute fisica e mentale, previene le malattie, migliora le relazioni sociali e la qualità della vita, produce benefici economici e contribuisce alla sostenibilità ambientale». Mettendo in relazione la salute degli individui, la promozione dell’attività fisica e la necessità di avere ambienti di vita sani e sostenibili. Ventidue anni dopo, la stretta correlazione tra i tre temi (attività fisica, ambiente di vita e salute) è ancora decisamente attuale e opportunamente in primo piano nell’agenda delle politiche sanitarie nazionali e internazionali.

Questione di sensibilizzazione

Attraverso la campagna di sensibilizzazione, l'OMS vuole esortare governi e opinione pubblica a condividere iniziative e azioni finalizzate a proteggere il nostro pianeta e la salute delle popolazioni e per dare priorità a società basate sul benessere. Tre le domande che l’OMS pone: «Siamo in grado di immaginare di nuovo un mondo in cui aria, acqua e cibo puliti siano a disposizione di tutti? Dove le economie siano focalizzate sulla salute e sul benessere? Dove le città siano vivibili e le persone abbiano il controllo sulla propria salute e su quella del pianeta?». La pandemia ha aiutato a comprendere l’importante ruolo della scienza. Ma ha anche evidenziato le disuguaglianze a livello mondiale in diversi settori (salute, economia, ecc.). Sollecitando l’urgenza di creare società sostenibili e del benessere con l’impegno di raggiungere una salute equa per le generazioni attuali e future. Senza violare i limiti ecologici.

La mobilità attiva

Un esempio di sinergia tra promozione dell’attività fisica e della salute, sostenibilità ambientale e risparmio economico può essere offerto dall’“esplosione” della mobilità attiva. E' intesa come l’uso della bicicletta o la scelta di andare a piedi per recarsi a lavoro o a scuola o per gli spostamenti abituali. Negli ultimi anni è andata crescendo, anche in seguito alla pandemia di COVID-19.

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter