Politica
TORNA L'ASSE LEGA-FDI?

Salvini e Meloni, nella città di Romeo e Giulietta ritrovano... l'amore

Dopo le tante polemiche e punzecchiature, anche di questi giorni, prove di riappacificazione sul palco elettorale della città scaligera.

Salvini e Meloni, nella città di Romeo e Giulietta ritrovano... l'amore
Politica 10 Giugno 2022 ore 14:54

C'eravamo tanto amati. E forse ci ameremo ancora. Tra Matteo Salvini e Giorgia Meloni è tornato il sereno, ironia del destino a Verona, nella città che ha raccontato la storia d'amore di Romeo e Giulietta.

Salvini e Meloni, ritorna il sereno?

E' accaduto ieri sera, giovedì 9 giugno 2022, a Verona in conclusione di una giornata di campagna elettorale piuttosto impegnativa per i due leader di Lega e Fratelli d'Italia, in particolare Salvini che ieri ha tirato il "finale" della volata per le Amministrative a Como, Sesto San Giovanni, Monza e appunto Verona.

E tra i due, oltre che sorridenti in una foto di gruppo per l'imbocca al lupo finale al sindaco uscente Federico Sboarina, è scattato anche l'abbraccio...della pace.

Ore 21.10, Verona: l'abbraccio della pace

Come raccontato da Prima Verona, la data è da segnare sul calendario, l'ora pure: alle 21,10 di ieri a Verona è scoppiata la pace tra Matteo Salvini e Giorgia Meloni.

Per il Centrodestra e per l'asse Lega-FdI potrebbe trattarsi di "svolta" storica dopo le tante polemiche di questi ultimi mesi, iniziate con la presenza della Lega nel Governo multicolore di Mario Draghi e con il tormento per le elezioni del presidente della Repubblica poi culminate con il Mattarella Bis.

E così ieri sera a Verona, il leader leghista è salito sul palco della kermesse a sostegno del sindaco portato avanti (non senza mal di pancia dalla coalizione unita), ha interrotto l'intervento della "collega" e l'ha abbracciata.

La gioia della Meloni: "Alla faccia loro..."

Poi è seguita la foto di gruppo con lo stesso Sboarina e con il governatore del Veneto Luca Zaia.

E a quel punto Giorgia Meloni ha manifestato tutta la sua gioia, riabbracciando Salvini e lanciando una stoccata al Centrosinistra:

"Alla faccia loro...".

Salvini: "Non finiremo come Romeo e Giulietta"

Un segnale più che distensivo in una corsa elettorale non senza ostacoli e polemiche.

Per il ruolo di Forza Italia e il suo strappo dalla coalizione optando per l'ex sindaco leghista Flavio Tosi e per le stesse decisioni di Sboarina che nei mesi scorsi dalla sua lista civica era entrato in Fratelli d'Italia trovando poi così in Giorgia Meloni il suo sponsor più convinto.

Fatto sta che Salvini ha invitato a guardare al sereno, riprendendo non solo la vicenda dei due celebri innamorati, ma anche una frase che aveva detto anche a Cernobbio facendo un selfie con la Meloni:

"Avevano detto che saremmo stati come Romeo e Giulietta, garantisco che non faremo la stessa fine. Siamo belli come il sole, ora voglio vedere i titoli dei giornali".

Cosa accadrà ora?

Certo ora da vedere se il clima di riappacificazione è figlio delle preoccupazioni per la corsa separata di Tosi o Forza Italia o di una reale ritrovata unità di intenti.

Già lunedì, dopo l'esito elettorale se ne saprà di più.

Sul tavolo incombono le regionali di Sicilia, Lazio e Lombardia e le strategie da tenere in ambito di politica nazionale in vista delle prossime elezioni per il Governo.

 

 

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter