Politica
Coltivazione domestica

Referendum cannabis: anche Beppe Grillo dice "sì" alla legalizzazione

Se il testo passasse, potrebbe essere consentita ai maggiorenni la detenzione per uso personale.

Referendum cannabis: anche Beppe Grillo dice "sì" alla legalizzazione
Politica 13 Settembre 2021 ore 15:02

Beppe Grillo invita dal suo blog e dai suoi social network a prendere posizione sul referendum per depenalizzare la cannabis in Italia e aprire la strada alla legalizzazione.

"Al via il Referendum per depenalizzare la Cannabis in Italia e aprire la strada alla legalizzazione. Servono 500mila firme entro il 30 settembre 2021. Firmate e fare firmare!", scrive il fondatore del M5S.

Referendum cannabis: il "sì" di Grillo

L’annuncio del referendum è arrivato pochi giorni dopo quello della commissione Giustizia alla Camera, che ha dato parere favorevole al testo base sulla coltivazione domestica della cannabis depositato dal deputato pentastellato Mario Perantoni


. Il via libera è arrivato grazie ai voti del M5S e del Pd e degli altri membri della maggioranza. No da Fdi, Lega e Fi (con il voto in dissenso di Elio Vito), astenuta invece Italia Viva.

Quasi sono le nuove regole proposte

Nel dettaglio è consentita ai maggiorenni la coltivazione e la detenzione per uso personale di non oltre 4 femmine di cannabis, idonee e finalizzate alla produzione di sostanza stupefacente. Naturalmente fuori dai casi in cui sia previsto l’obbligo di autorizzazione del ministero della Sanità per la coltivazione e l’immissione in commercio.

Il testo, oltre a prevedere la liceità dell’autocoltivazione entro i limiti indicati, aumenta le pene previste per la partecipazione ad associazioni finalizzate allo spaccio e stabilisce un’attenuante ad hoc per chi concorra all’identificazione o alla cattura dei concorrenti o associati, aiutando la polizia o l’autorità giudiziaria.

Il quesito referendario promosso da Grillo va oltre e chiede di eliminare il reato di coltivazione, rimuovere le pene detentive per qualsiasi condotta legata alla cannabis e cancellare la sanzione amministrativa del ritiro della patente.

Come sottoscrivere online: tre possibilità

Il Comitato promotore del referendum è costituito da: Associazione Luca Coscioni, Meglio Legale, Forum Droghe, Antigone, Società della Ragione, +Europa, Possibile, Radicali italiani, Arci, Sinistra Italiana, A Buon Diritto, Comunità di San Benedetto al Porto, Lega Italiana per la Lotta all’AIDS – LILA, Coalizione Italiana per i Diritti e le Libertà Civili – CILD, Volt Italia, Freeweed.

Si può firmare esclusivamente online (servono 500mila firme entro il 30 settembre 2021) e sarà possibile farlo con queste modalità:

  • Spid;
  • Dispositivo di firma digitale (Smart Card, Chiavetta USB o servizi di firma digitale remota);
  • Servizio Trustpro QTSP.

Le reazioni politiche

Una mossa che rischia di creare nuove frizioni con il leader insignito del Movimento, l'ex premier Giuseppe Conte, che sull'argomento ha sempre mantenuto cautela nonostante le pressioni di una frangia pentastellata. In molti leggono la presa di posizione del ligure come un vero e proprio scavalcamento di Conte.