Politica
La classifica

Redditi e beni dei politici veneti: ecco i "paperoni" in Consiglio regionale

Il più ricco? Barbisan, Zaia sopra i 100mila insieme ad altri 27 Consiglieri... ma c'è anche chi dichiara poco più di mille euro

Redditi e beni dei politici veneti: ecco i "paperoni" in Consiglio regionale
Politica 21 Dicembre 2021 ore 10:21

E' un leghista il Consigliere regionale più ricco del Veneto: si tratta del veneziano Fabiano Barbisan, nato a Caorle e residente a Fossalta di Portogruaro.

Redditi e beni dei politici veneti: ecco i "paperoni" in Consiglio regionale

E' lui, infatti, il primo nella classifica dei "paperoni" in Consiglio a fronte dei 172mila e 849 euro dichiarati, a cui vanno aggiunti tre fabbricati, un'auto, tre autocarri e partecipazioni in quattro società.

Sul podio, poi, altri due leghisti: c'è l'assessore al Bilancio Francesco Calzavara (138mila e 976,99 euro) e il consigliere Luciano Sandonà che si "ferma" a 134mila e 605 euro con tre fabbricati, due terreni e un'auto.

Quarto posto, invece, per Francesca Zottis (prima donna in classifica), esponente del Partito democratico, con un reddito dichiarato di 131mila e 933 euro, 5 fabbricati, un terreno e un'auto.

Il reddito del Governatore Luca Zaia

Sono in totale 28 i Consiglieri che superano (nel reddito del 2020) il tetto dei 100mila euro all'anno, quasi tutti rieletti, e tra questi c'è anche il Governatore del Veneto Luca Zaia che ha dichiarato 111mila e 600 euro. Poco sopra il Presidente della Regione c'è Roberto Ciambetti, presidente del Consiglio regionale, con un reddito più alto di Zaia di soli 71 euro.

Poi un pareggio tra l'assessore alla Sanità Maunela Lanzarin e la Consigliera della Lega Silvia Rizzotto: entrambe hanno dichiarato un reddito pari a 108mila euro, poco sotto alla vicepresidente della Regione Elisa De Berti (108mila e 709 euro) e all'assessore all'Istruzione e Lavoro Elena Donazzan (108mila e 633 euro).

Nella parte bassa della classifica, poi, è stato svelato il "mistero" del leghista veronese Marco Andreoli: nella documentazione ufficiale, infatti, risultava che non avesse percepito nulla nell'anno concluso.

I Consiglieri più "poveri"

Ma sembra che si sia trattato di un errore, o meglio, di una imprecisione dovuta al fatto che i redditi sarebbero legati all'Irpef, perché il Consigliere sarebbe stato in regime forfettario. In sostanza il reddito si fermerebbe attorno ai 50mila euro. Ma chi è la più "povera" in Consiglio? E' Elena Ostanel di "Veneto che Vogliamo", con 1230 euro dichiarati. Sopra di lei, c'è l'esponente Dem Vanessa Camani, con poco più di 5mila euro. Terzultima un'altra donna, Roberta Vianello, esponente della Lega, che ha dichiarato 13mila e 427 euro, un fabbricato e due auto.

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter