Politica
L'annuncio

Letizia Moratti candidata alla presidenza della Regione Lombardia con Azione e Italia Viva

La ex vicepresidente sarà il candidato del Terzo polo alle Regionali lombarde.

Letizia Moratti candidata alla presidenza della Regione Lombardia con Azione e Italia Viva
Politica 06 Novembre 2022 ore 15:53

Letizia Moratti sarà il candidato presidente alla Regione Lombardia per Azione e Italia Viva. Niente accordo con il Pd, dunque, per l'ex vicepresidente, che sceglie Calenda e Renzi per sfidare il Centrodestra da cui ha appena "divorziato".

Moratti si candida con Calenda e Renzi

Una prima avvisaglia di quello che sarebbe stato era giunta già sabato 5 novembre 2022 quando l'ex sindaco di Milano ha partecipato alla manifestazione pro-Ucraina a Milano: sorrisi, strette di mano e grandi cenni di intesa con vari esponenti del terzo polo, con tanto di foto di Mara Carfagna a immortalare la presenza di Moratti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Mara Carfagna (@maracarfagna)

La nota ufficiale

A poche ore di distanza, domenica 6 novembre, la conferma ufficiale, con tanto di nota proprio da Moratti:

"Insieme con Carlo Calenda e Matteo Renzi ho condiviso l’avvio di un percorso che mi vedrà candidata alla presidenza di Regione Lombardia. Un progetto forte ed attento ai territori, orientato ad offrire una visione del futuro lombardo e nazionale capace di interpretare i mutamenti in atto ed affrontare le nuove sfide in arrivo.
Una collaborazione che nasce sostenuta dall’ampia e consolidata rete civica a me vicina e dal Terzo Polo, ampiamente aperta all’adesione di tutti gli interlocutori politici, culturali, del terzo settore e delle associazioni, con i quali realizzeremo interessanti e positivi confronti per la costruzione di una coalizione vincente.
Ringrazio Carlo Calenda e Matteo Renzi per l’appoggio di Azione ed Italia Viva.
Inizia oggi un nuovo appassionante cammino per dare le risposte che la Lombardia merita".

Lo scenario per le Regionali

Dopo lo strappo tra Moratti e Fontana era parso chiaro ai più che l'ex vicepresidente avrebbe tentato la scalata a Palazzo Lombardia. Chi la vedeva a braccetto con il Pd, che invece potrebbe puntare su Cottarelli, si sbagliava però. 

Nel centrodestra, invece, risolto il dualismo tra presidente e (ex) vice, sembra sempre più scontata la riconferma di Fontana, per una sfida che avrà senza dubbio il sapore di un derby.

Seguici sui nostri canali