Politica
Per riderci un po' su...

Elezioni politiche 2022: frasi e aforismi sul voto

Una carrellata di frasi divertenti (ma con un senso di verità) sulle elezioni.

Elezioni politiche 2022: frasi e aforismi sul voto
Politica 24 Settembre 2022 ore 22:38

Finalmente ci siamo. Oggi, domenica 25 settembre 2022, è il giorno delle elezioni politiche 2022. Un voto anticipato dalla caduta del Governo Draghi e che porterà alla formazione di un nuovo Esecutivo che dovrà guidare il Paese.

Elezioni politiche 2022: l'Italia al voto

L'argomento è decisamente serio. Parliamo del futuro dell'Italia, soprattutto in un momento di grandissima crisi come quello che stiamo vivendo, tra caro bollette, benzina alle stelle (anche se ultimamente è un po' scesa), rincari su tutto, spettro della recessione. Ma, siccome la vita va presa con un pizzico di buonumore anche nei momenti più complicati, ci permettiamo di offrirvi un campionario di frasi e aforismi dedicati alle elezioni. Spoiler: chi è orientato a non votare perché sfiduciato dalla politica troverà in queste frasi probabilmente una ragione in più...

Frasi e aforismi sulle elezioni

“Vota Antonio, vota Antonio, vota Antonio, vota Antonio, vota Antonio, vota Antonio". Antonio La Trippa (Totò)

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.” Winston Churchill

“L'adulto non crede a Babbo Natale. Ma lo vota.” Pierre Desproges

"La foresta stava scomparendo, ma gli alberi votarono ancora per l’ascia, perché l’ascia era furba e li aveva convinti che era una di loro, perché aveva il manico di legno”. Proverbio turco

“Vota per quello che promette di meno, sarà quello che ti deluderà di meno". Bernard Baruch

“Se i partiti non rappresentano più gli elettori, cambiamoli questi benedetti elettori". Corrado Guzzanti

“Non si dimentichi mai che si è eletti per operare; e non si opera per essereeletti. La confusione dei fini risulterebbe nefasta". Giulio Andreotti

“La differenza tra Democrazia e Dittatura è che in Democrazia prima si vota e poi si prendono ordini; in una Dittatura non c'è bisogno di sprecare il tempo andando a votare". Charles Bokowski

“Pina, stammi a sentire: se io sbaglio il voto questa volta va a finire che non mangiamo e non mangiate per una decina d'anni!”.  Ugo Fantozzi (Paolo Villaggio)

“Alle prossime elezioni punto sul rosso: è in ritardo da un po’". Franco Lissandrin

Seguici sui nostri canali