Verso l'abolizione

Chi sono e chi sono stati i senatori a vita in Italia (che saranno aboliti)

Approvato il decreto che stoppa i senatori a vita, ma bisognerà passare dal referendum sul premierato per renderlo effettivo

Chi sono e chi sono stati i senatori a vita in Italia (che saranno aboliti)
Pubblicato:
Aggiornato:

Ogni tanto la loro presenza in Parlamento torna al centro del dibattito politico. Ma quelli in carica al momento dovrebbero essere gli ultimi. Nell'ambito della riforma sul premierato, infatti, il Governo Meloni accelera sull'abolizione dei senatori a vita.

Abolizione senatori a vita: cosa cambia

L'abolizione dei senatori a vita era contenuta nei primi articoli del Ddl sul premierato, passato al vaglio del Senato tra mille polemiche. Perché si concretizzi, però, sarà necessario che l'intero decreto diventi effettivo, passando magari anche dal referendum, sul quale Giorgia Meloni si gioca molto (ma ha già annunciato che non sarà una "prova del nove" per il suo Governo e che continuerà anche nel caso in cui venga bocciato).

"Io arrivo alla fine dei cinque anni e chiederò agli italiani di essere giudicata. Se la riforma non passa gli italiani non l'avranno condivisa".

Dunque, per il momento, la situazione resta così come è oggi, in attesa del giudizio degli italiani.

Chi sono i senatori a vita e perché esistono

Ma chi sono i senatori a vita? E chi li nomina?

La nomina dei senatori a vita spetta al presidente della Repubblica ed è stabilita dall'articolo 59 della Costituzione:

"Il Presidente della Repubblica può nominare senatori a vita cittadini che hanno illustrato la Patria per altissimi meriti nel campo sociale, scientifico, artistico e letterario. Il numero complessivo dei senatori in carica nominati dal Presidente della Repubblica non può in alcun caso essere superiore a cinque".

Sono poi senatori a vita di diritto (salvo rinuncia) gli ex presidenti della Repubblica.

Chi sono i senatori a vita: l'elenco

I primi furono Guido Castelnuovo, matematico e statistico italiano, principalmente conosciuto per i suoi fondamentali contributi alla geometria algebrica, e Arturo Toscanini, direttore d'orchestra.

Arturo Toscanini

La prima donna, nel 1982, fu Camilla Ravera.

Camilla Ravera

Ci sono poi nomi che hanno fatto la storia d'Italia, ed "esportato" il nome del nostro Paese dimostrandosi delle eccellenze nei rispettivi campi, dalla letteratura al teatro, dall'economia alla scienza. Tra questi (e attualmente in carica) il premio Nobel per la fisica Carlo Rubbia.

Carlo Rubbia

Di seguito l'elenco dei senatori a vita nella storia italiana (tra parentesi l'anno della nomina).

  • Guido Castelnuovo (1949)
  • Arturo Toscanini (1949)
  • Pietro Canonica (1950, scultore)
  • Gaetano De Sanctis (1950,  storico, politico e antifascista italiano, specializzato in storia antica)
  • Pasquale Jannaccone (1950, economista)
  • Carlo Alberto Salustri, Trilussa (1950, poeta, scrittore e giornalista italiano)
  • Luigi Sturzo (1952, sacerdote e politico)
  • Umberto Zanotti Bianco (1952, archeologo, ambientalista, filantropo, antifascista, educatore e politico)
  • Giuseppe Paratore (1957,  avvocato e politico)
  • Cesare Merzagora (1963, politico e banchiere)
  • Ferruccio Parri (1963, politico e partigiano)
  • Meuccio Ruini (1963, ministro e presidente del Senato)
  • Vittorio Valletta (1966, dirigente e amministratore delegato Fiat)
  • Eugenio Montale (1967, scrittore)
  • Giovanni Leone (1967, presidente della Repubblica)
  • Pietro Nenni (1970,  politico e giornalista, leader storico del Partito Socialista Italiano)
  • Amintore Fanfani (1972, politico, economista e storico, sei volte presidente del Consiglio, nove volte ministro, 5 presidente del Senato)
  • Leo Valiani (1980,  giornalista, antifascista, politico e storico)
  • Eduardo De Filippo (1981, attore, regista, scrittore, sceneggiatore)
  • Camilla Ravera (1982, politica)
  • Carlo Bo (1984,  ispanista, francesista, critico letterario e politico)
  • Norberto Bobbio (1984, filosofo, giurista, politologo e storico)
  • Giovanni Spadolini (1991, politico, segretario del Partito repubblicano, presidente del Consiglio)
  • Giovanni Agnelli (1991,  imprenditore, dirigente sportivo e politico italiano, principale azionista e amministratore al vertice della Fiat)
  • Giulio Andreotti (1991,  politico con il maggior numero di incarichi governativi nella storia della Repubblica)
  • Francesco De Martino (1991, giurista e politico, due volte vicepresidente del Consiglio)
  • Emilio Paolo Taviani (1991,  politico, storico ed economista, membro della Consulta Nazionale e dell'Assemblea Costituente)
  • Rita Levi Montalcini (2001, neurologa)
  • Emilio Colombo (2003, presidente del Consoglio)
  • Mario Luzi (2004,  poeta, drammaturgo, critico letterario, traduttore e critico cinematografico)
  • Giorgio Napolitano (2005, due volte presidente della Repubblica)
  • Sergio Pininfarina (2005, imprenditore e designer)
  • Mario Monti (2011, politico ed economista)
  • Claudio Abbado (2013, direttore d'orchestra)
  • Elena Cattaneo (2013,  farmacologa e biologa)
  • Renzo Piano (2013, architetto)
  • Carlo Rubbia (2013, fisico italiano, vincitore del premio Nobel per la fisica nel 1984)
  • Liliana Segre (2018, superstite dell'Olocausto e testimone attiva della Shoah)

Attualmente in carica ci sono:

  • Mario Monti
  • Elena Cattaneo
  • Renzo Piano
  • Carlo Rubbia
  • Liliana Segre.

I senatori di diritto e a vita del Senato della Repubblica

Gli ex presidenti della Repubblica che hanno invece ricoperto il ruolo di senatori a vita:

  • Enrico De Nicola (1948)
  • Luigi Einaudi (1955)
  • Giovanni Gronchi (1962)
  • Antonio Segni (1964)
  • Giuseppe Saragat (1971)
  • Giovanni Leone (1978)
  • Sandro Pertini (1985)
  • Francesco Cossiga (1992)
  • Oscar Luigi Scalfaro (1999)
  • Carlo Azeglio Ciampi (2006)
  • Giorgio Napolitano (2015)
Commenti
Pinin

Aboliamoli tutti e risparmieremo una montagna di soldi che si potranno riutilizzare per cose più importanti dei senatori a vita: scuole, sanità pubblica, aiuti a chi è senza lavoro e non riesce a mantenere la famiglia, ecc.

Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali