Glocal news
Report Istat

Turismo in Veneto, Zaia: "Gradimento altissimo, bravi gli operatori a insistere sulla qualità"

Soddisfatta anche Marina Montedoro, presidente dell'associazione per il patrimonio delle colline del prosecco di Conegliano e Valdobbiadene

Turismo in Veneto, Zaia: "Gradimento altissimo, bravi gli operatori a insistere sulla qualità"
Glocal news 13 Gennaio 2022 ore 10:01

Nonostante la pandemia il Veneto tiene nel comparto turistico. Un risultato sicuramente dovuto alle competenze degli operatori, e alla scelta di insistere su un'offerta di qualità...

Turismo in Veneto, Zaia: "Gradimento altissimo, bravi gli operatori a insistere sulla qualità"

“Oggi l’Istat certifica che il livello di gradimento dell’offerta turistica veneta resta altissimo, nonostante il Covid. E’ la prima economia turistica del Veneto, che, grazie ai suoi bravi e coraggiosi imprenditori, lotta con le unghie e con i denti nel momento più difficile, facendo segnare un più 48,2% di presenze rispetto alla clientela italiana”.

Così il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, commenta il report dell’Istat sul movimento turistico in Italia nei primi nove mesi del 2021.

“Ce la giochiamo con i competitors di sempre – aggiunge Zaia – ma il dato significativo che emerge è che il sistema turistico veneto ha saputo riposizionare bene la sua offerta, attraendo molti più turisti residenti in Italia e rispondendo così, almeno in parte, all’inevitabile contrazione degli arrivi dall’estero. Un’elasticità virtuosa, che fa sperare in buoni risultati anche nel futuro, pur se le incertezze legate alla pandemia ancora incombono in modo pesante”.

“Anche in questo momento per certi versi drammatico per molte attività economiche – conclude Zaia – il nostro turismo gioca la partita mettendo in campo le sue risorse migliori: gli ambienti naturali, la sua imprenditoria coraggiosa, l’enogastronomia di qualità, l’offerta sempre più integrata e green, l’arte, la cultura, i borghi, i siti Patrimonio dell’Umanità Unesco, la cui attrattiva si rafforza ogni giorno”.

Il commento della Presidente dell'Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, Marina Montedoro

“I dati Istat sul turismo confermano che il Veneto, nonostante il momento difficile che il Paese sta vivendo a causa dell'emergenza sanitaria, è ancora tra le mete principali e preferite dai turisti. Questa Regione ha moltissimo da offrire in termini di cultura, storia, natura, tradizioni, enogastronomia; è uno scrigno ricco di Meraviglie.

Da Venezia fino alle Dolomiti, passando per le nostre Colline uniche al mondo, i Patrimoni UNESCO che il Veneto vanta sono un ulteriore volano per far crescere l'attrattività di questi luoghi per i visitatori sia italiani che stranieri.

La pandemia ci sta mettendo a dura prova, ma abbiamo continuato a lavorare per una ripresa costante e, nell'estate del 2021, le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, hanno registrato arrivi e presenze in linea col 2019. Lavoriamo insieme in questa direzione, a tutti i livelli istituzionali, per far conoscere ed apprezzare al mondo intero la nostra unicità”.