Glocal news
Sisma al Nord

Terremoto a Reggio Emilia: 8 scosse in poche ore avvertite in Pianura Padana

Dopo le due più forti, altre sei scosse di assestamento sono state percepite nella stessa zona, riportando tutti al ricordo del sisma del maggio 2012.

Terremoto a Reggio Emilia: 8 scosse in poche ore avvertite in Pianura Padana
Glocal news 10 Febbraio 2022 ore 10:40

Due forti scosse di terremoto si sono registrate nella prima serata di ieri, mercoledì 9 febbraio 2022, tra Modena e Reggio Emilia, percepite anche in molte zone della Pianura Padana, dove nonostante la distanza la terra ha tremato lasciando tutti, ancora una volta, qualche secondo senza fiato. Dopo le due più forti altre sei scosse di assestamento sono state percepite nella stessa zona, riportando i residenti al ricordo di quel terribile maggio 2012.

Due scosse in un'ora tra Modena e Reggio Emilia

La prima scossa è stata stimata tra 3,9 e 4,4 di magnitudo, alle ore 19.55.

La seconda alle 21, più forte, è stata stimata dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia con una magnitudo tra 4,2 e 4,7. Entrambe oltreché in Emilia Romagna sono state avvertite anche nelle regioni limitrofe, tra cui la Lombardia.

Il primo terremoto è avvenuto fra le province di Modena e Reggio Emilia, l’epicentro è stato individuato nella zona del comune di Bagnolo in Piano, mentre il secondo a Correggio. Al momento non sono stati segnalati danni a persone o cose.

6 scosse di assestamento nelle ore successive

Come riportato dall'istituto nazionale di geofisica e vulcanologia nelle ore successive a quelle delle due scosse nitidamente percepite dagli abitanti, anche quelli più lontani, in provincia di Reggio Emilia si sono verificate altre sei piccole scosse di assestamento dalle 21.06 di sera fino alle 04.48 di questa mattina, la più grave delle quali di magnitudo 2.7, quindi movimenti leggeri o leggerissimi della terra che però contribuiscono a non far dormire sonni sereni.

L'elenco delle scosse di assestamento:

  • ore 19.55 a Bagnolo in Piano, magnitudo 4
  • ore 21 a Correggio, magnitudo 4.3
  • ore 21.06 a Bagnolo in Piano, magnitudo 2.2
  • ore 21.14 a Correggio, magnitudo 2.6
  • ore 21.37 a Novellare, magnitudo 2.7
  • ore 23.26 a Bagnolo in Piano, magnitudo 2.3
  • ore 4.02 a Correggio, magnitudo 2.4
  • ore 4.48 a Correggio, magnitudo 2.0

ECCO IL RAFFRONTO TRA LE SCALE RICHTER E MERCALLI, PER FARVI UN'IDEA DELLA POTENZA:

Scossa di terremoto stamattina ad Arcole: la terra ha tremato nell'Est Veronese

Nel 2012 il terremoto in Emilia che fece 27 vittime

In Emilia è difficile, quando la terra ti trema sotto ai piedi, non tornare con la mente al ricordo di quel terribile maggio 2012, quando una prima scossa forte, di magnitudo 5.9, il 20 maggio 2012 alle ore 04:03 partiva da Finale Emilia (MO), a una profondità di 6,3 km facendo oscillare e cadere i palazzi. Nove giorni dopo, il 29 maggio, alle 09 di mattina una nuova scossa molto forte di magnitudo 5.8 era stata avvertita in tutta l'Italia settentrionale, partita da una zona compresa fra Mirandola, Medolla e San Felice sul Panaro.

L'immagine simbolo: la Torre dei Modenesi a Finale Emilia

Ma non era ancora finita, altre tre scosse nel corso della giornata hanno terrorizzato il territorio: una alle 12:55 di magnitudo 5.5, una alle 13:00 di magnitudo 5.0 e un'altra scossa alla stessa ora di magnitudo 4.9. Il 31 maggio 2012 alle 16:58 una scossa di magnitudo 4.0 con epicentro a Rolo e Novi di Modena aveva poi colpito la zona della bassa reggiana e dell'Oltrepò mantovano, già provate dalle scosse precedenti. Infine la sera del 31 maggio alle ore 21:04 si è verificata un'ultima scossa di magnitudo 4.2 con epicentro a San Possidonio.

A causa delle due scosse principali 27 persone persero la vita: 22 poiché rimaste incastrate nelle macerie durante i crolli, tre per infarto e due a seguito delle gravi ferite riportate.

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter