Glocal news
un caso diventato nazionale

Sospesa la bidella senza Green pass. Per lei niente scuola, ma va in Tv dalla D'Urso

Laura Muratore, collaboratrice scolastica dell'istituto secondario Ruffini  di Imperia, ospite a Pomeriggio 5.

Sospesa la bidella senza Green pass. Per lei niente scuola, ma va in Tv dalla D'Urso
Glocal news 21 Settembre 2021 ore 11:27

Sospesa da scuola ma... in televisione da Barbara D'Urso. Sta diventando un personaggio mediatico  Laura Muratore, la bidella dell'istituto secondario Ruffini  di Imperia, che per cinque giorni di fila si è presentata a scuola senza il Green pass. E alla fine è stata sospesa dal preside.

Bidella sospesa da scuola va in Tv dalla D'Urso

E' diventato un caso nazionale quello della bidella dell'Istituto Ruffini di Imperia che da cinque giorni si presenta a scuola senza certificazione verde. E alla fine è arrivata la sospensione.

"Come da normativa ho dovuto allontanarla e procedere alla sospensione dal servizio - afferma il dirigente scolastico, Luca Ronco - Da domani potrà presentarsi sul lavoro, soltanto se munita di Green pass e sarà reintegrata. Si spera che si chiuda questa triste telenovela".

La bidella è stata costretta a presentarsi a scuola per evitare di essere segnata come assente ingiustificata. I primi tre giorni, tuttavia, ha insistito per prendere servizio, sostenendo di avere diritto al lavoro e successivamente di avere anche avuto il Covid, fattore questo che non è mai stato accertato. In questo caso, però, è stata sanzionata dal preside per essere entrata nell'istituto senza certificazione verde. In due occasioni, tra l'altro, sono dovuti intervenire Polizia e Carabinieri.

Lei intanto va in Tv dalla D'Urso...

Intanto la donna, se da un lato non può entrare a scuola, dall'altro entra nelle case degli italiani grazie a Barbara D'Urso. La bidella è stata infatti ospite di Pomeriggio 5 e nel corso dell'intervista, in collegamento da Imperia, ha ribadito di aver avuto il Covid, anche se al momento non risultano tracce all'Asl 1 Imperiese. Ha detto di aver effettuato il test sierologico e di averlo consegnato al proprio medico, ma la vicenda ha bisogno di essere ancora approfondita.