Glocal news
assurda tragedia

Spedizione punitiva da un paese all'altro: nella rissa tra bande un 22enne ci rimette la vita

E' successo a Pessano con Bornago, nel Milanese. La vittima è di Vimercate. Ferito alla testa anche un minorenne di 16 anni.

Spedizione punitiva da un paese all'altro: nella rissa tra bande un 22enne ci rimette la vita
Glocal news 30 Settembre 2021 ore 12:35

Ha avuto un epilogo tragico la rissa fra giovani consumatasi nella notte tra il 29 e il 30 settembre 2021, a Pessano con Bornago, nel Milanese. Morto un 22enne, mentre un 16enne è rimasto ferito alla testa. Secondo diversi testimoni l'evento violento ha coinvolto una ventina di ragazzi, che si sono prontamente dileguati all'arrivo delle volanti, lasciando a terra - agonizzante a causa di un profonda ferita all'addome - il giovane che sarebbe morto poco dopo.

Rissa nel Milanese: morto un 22enne

Come racconta Prima La Martesana un ragazzo è stato portato al San Gerardo di Monza in condizioni che sono parse disperate fin da subito. Simone Stucchi, 21enne italiano residente a Vimercate, a pochi chilometri di distanza dal luogo della tragedia, è giunto in Pronto Soccorso in arresto cardiaco, con i sanitari e i medici che praticavano le manovre di rianimazione nel disperato tentativo di salvargli la vita. Aveva riportato gravi ferite da arma da taglio al torace, che si sono rivelate fatali: è deceduto nella notte.

Anche un minorenne di 16 anni è stato portato in ospedale, a Melzo, per una ferita alla testa. Le sue condizioni sono serie, ma non sarebbe in pericolo di vita.

Bastoni e coltelli

Sul posto si sono precipitati i Carabinieri della Compagnia di Pioltello non appena è giunta la chiamata al 112. Stando a quanto raccontato da alcuni testimoni, il gruppo si era incontrato in via della Vigna, dando vita alla violentissima rissa dove sono spuntate spranghe e coltelli, ma anche sassi e bottiglie di vetro che sono stati, successivamente, ritrovati dai militari nella zona della colluttazione. E' viva l'ipotesi che le due bande di giovani si fossero date appuntamento per un "chiarimento" degenerato poi nella rissa fatale.

Indagini in corso

Al lavoro anche la Scientifica, che ha effettuato i rilievi del caso per ricostruire la dinamica di quanto accaduto. Le indagini sono in corso per capire quante persone hanno preso parte alla rissa e le cause che hanno generato una tale esplosione di violenza. Con il passare delle ore i fatti iniziano ad avere contorni più definiti, anche se ancora non arrivano conferme ufficiali. Lo scontro sarebbe avvenuto nei pressi del ponte sul Molgora, dove un gruppo avrebbe atteso l'altro, che in quel momento usciva dal vicino parchetto. Il contatto sarebbe durato pochi istanti, in cui è però volato di tutto. In serata Vimercate era stata teatro di un'altra rissa e gli inquirenti sono al lavoro per capire se gli episodi possano essere collegati tra loro. Non si esclude che si tratti di un "regolamento di conti" per dissidi fra le due bande rivali che - come testimoniano anche le reciproche minacce via social - si trascinavano già da tempo.