Glocal news
Almeno 9 le vittime

Ragazze molestate in piazza Duomo a Capodanno: 18 identificati tra Milano e Torino

Un software per il riconoscimento facciale ha consentito di dare un nome ai responsabili.

Glocal news 11 Gennaio 2022 ore 10:16

Ragazze molestate in piazza Duomo a Capodanno: 18 identificati tra Milano e Torino

Ha suscitato molta indignazione la vicenda, che si è allargata sempre più nei giorni a seguire: un gruppo di ragazzi, italiani e stranieri, ha molestato almeno nove ragazze la notte di Capodanno in piazza Duomo a Milano. Con modalità brutali, da branco, che hanno causato dei veri e propri shock post-traumatici nelle vittime: si aggregavano, molestavano le ragazze accerchiandole e poi si dileguavano per qualche momento. Per poi tornare a colpire.

Nove ragazze molestate a capodanno in piazza Duomo

I TRE EPISODI FILMATI:


Come racconta Prima Milano, la Polizia di Stato, coordinata dalla Procura della Repubblica di Milano oltre che della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Milano, sta compiendo in queste ore, tra Milano e Torino, perquisizioni a carico di 18 persone ritenute, a vario titolo, coinvolte nelle aggressioni a sfondo sessuale perpetrate ai danni di giovani ragazze la notte di Capodanno in piazza Duomo a Milano.

Le indagini della Polizia

La meticolosa attività di indagine, immediatamente intrapresa dagli agenti della Squadra Mobile di Milano e del Commissariato Centro, ha permesso di accertare tre diversi episodi di violenza consumati quella notte ai danni di nove ragazze presenti in piazza per i festeggiamenti.

Il "branco" era formato da una trentina di ragazzi. L'attività investigativa, basata sulla visione delle immagini dei sistemi di sorveglianza, sulle dichiarazioni di alcuni testimoni e delle stesse vittime e, infine, sull'analisi dei vari social network, ha condotto all'identificazione di 15 maggiorenni e 3 minorenni, di età compresa tra i 15 e i 21 anni, sia stranieri che italiani di origini nordafricane, che, a vario titolo, si ritiene abbiano partecipato ai raid di Capodanno.

Le analisi facciali affidate alla Scientifica

Rilevante, altresì, il lavoro degli esperti della Polizia Scientifica del Gabinetto Regionale della Lombardia che hanno contribuito alle indagini con l'impiego di personale specializzato nell'utilizzo di software per il riconoscimento facciale.

Le perquisizioni, che stanno interessando le città di Milano e Torino, vedono la partecipazione anche dei poliziotti della Sezione di Polizia Giudiziaria milanese, della Squadra Mobile della Questura di Torino e dei Reparti Prevenzione Crimine Lombardia e Piemonte.

Le testimonianze scioccanti delle vittime

Non potevano liberarsi dalla "morsa", mentre venivano anche spogliate e costrette a subire violenze fisiche da decine di persone. I racconti delle vittime sono scioccanti:

Abbiamo provato a respingerli, la mia amica li ha colpiti e ha dato schiaffi ma loro ridevano e hanno continuato a molestarci, avevo 15 mani addosso

La polizia ci vedeva e non ha fatto nulla non so dire perché, è stato scioccante, perché non possono non averci viste

È successa praticamente la stessa cosa con me, fortunatamente mi hanno solo 'toccata' e spinta a terra

Siamo state circondate da un gruppo di persone. Parlavano tutti in arabo e ci spingevano, a un certo punto sono caduta per terra e continuavano a metterci le mani addosso

Non potevamo scappare, eravamo bloccate. Piangevamo e urlavamo aiuto ma nessuno ci ha aiutate. Avevamo 30 persone attorno che ci toccavano dappertutto, nessuno parlava italiano e purtroppo nessuno parlava inglese quando siamo riuscite a uscire da lì.

IL VIDEO DELLE PERQUISIZIONI:

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter