Glocal news
Carlo Giacometto

Pnrr, un'occasione da non perdere anche per i piccoli Comuni

Il deputato torinese spiega l’importanza dei bandi per le amministrazioni locali e come il Governo si sta muovendo per aiutare i territori.

Pnrr, un'occasione da non perdere anche per i piccoli Comuni
Glocal news 17 Dicembre 2021 ore 08:00

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr) avrà ricadute su tutti i territori, anche sui comuni più piccoli. Per questo è fondamentale la partecipazione dei sindaci e degli enti locali. Anche su questo fronte si sta impegnando Carlo Giacometto, deputato torinese di Forza Italia e componente della Commissione Finanze alla Camera e consigliere del Ministro per la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta.

Giacometto: "Per il Pnrr dobbiamo far emergere i bisogni del territorio"

Infrastrutture, turismo, innovazione tecnologica, transizione ecologica… Non c’è dubbio che i principali pilastri del Pnrr interessano tutto il nostro Paese, dalle grandi città ai piccoli comuni. Così, il Ministero degli Affari Regionali ha istituito una task force che possa essere di supporto agli enti locali per riuscire a elaborare i progetti da presentare per partecipare ai vari bandi legati al Pnrr che verranno pubblicati sul sito Italiadomani.gov.it.

"Abbiamo quindi messo a disposizione un indirizzo mail diretto - infopnrr@gmail.com - per rispondere alle istanze e ai dubbi degli amministratori locali, e poterli mettere in contatto diretto con il Ministero per gli Affari regionali e le Autonomie, a cui fanno capo tutte le istanze locali" spiega l’onorevole Giacometto.

Renato Brunetta e Carlo Giacometto

Mille esperti a disposizione dei Comuni

Indubbiamente ci saranno occasioni per promuovere il territorio attraverso strumenti innovativi. Di fronte a questa sfida il ministro Brunetta ha avviato il reclutamento di personale specializzato attraverso il portale inpa.gov.it.

"La selezione è già partita, si sono chiuse le candidature con l’arrivo di 61mila curriculum. Una notizia straordinaria. E’ necessario colmare quel gap professionale presente nella nostra Pubblica amministrazione, così il ministro ha previsto mille assunzioni per dei ‘facilitatori’ che presso le Regioni e per conto dei Comuni dovranno mettere a terra le necessità espresse dai territori e poter partecipare ai bandi del Piano. E questo viene fatto attraverso strumenti innovativi e un portale dedicato. Il Pnrr richiederà 1 milione di professionalità e di lavoratori nei prossimi cinque anni, con il portale abbiamo posto le basi della modernità per l’accesso alla Pubblica amministrazione, con un meccanismo di trasparenza e velocità".

Incontrare gli amministratori locali per aiutarli

Claudia Porchietto e Carlo Giacometto

Sarà necessario far conoscere tutte le opportunità a disposizione dei Comuni, per non perderle.

"Con questo intento io e la collega Claudia Porchietto, consigliere del Ministro per gli Affari Regionali Mariastella Gelmini, siamo stati recentemente invitati a Pinerolo a un incontro con sindaci e amministratori locali per approfondire le opportunità del Pnrr per i territori, a partire dai piccoli Comuni appunto – racconta Giacometto - Riteniamo che sia importante un contatto diretto e una presenza in prima persona a fianco dei nostri amministratori locali, affinché il Pnrr sia percepito come un qualcosa di concretamente utilizzabile per far ripartire l'economia, anche nelle realtà più periferiche della nostra Città metropolitana. Il nostro obiettivo è fare in modo che tutte le realtà amministrative del nostro territorio provinciale abbiano gli strumenti per concorrere a bandi e finanziamenti, al pari dei capoluoghi della nostra Regione e delle altre grandi città della prima cintura di Torino. Comunque abbiamo intenzione di replicare queste iniziative anche su altri territori e far conoscere meglio ai sindaci le opportunità a disposizione".