Glocal news
paura in valcamonica

Maltempo in Lombardia: crolla una strada in Valcamonica, danni nel Milanese

I danni maggiori della tempesta di martedì 24 maggio ad Angolo Terme. Paura anche nel Milanese.

Maltempo in Lombardia: crolla una strada in Valcamonica, danni nel Milanese
Glocal news 25 Maggio 2022 ore 12:18

Una strada crollata, trenta persone evacuate e tantissima paura. E' il bilancio del nubifragio che martedì 24 maggio 2022 si è abbattuto su Angolo Terme, in Val Camonica. Ma in tutta la Lombardia ci sono stati grossi problemi legati al maltempo.

Maltempo in Lombardia: crolla una strada ad Angolo Terme

Come racconta Prima la Valcamonica, pioggia, tempesta e raffiche di vento si sono abbattute sul Sebino e sulla Valle Camonica tra le 19 e le 20,30 di martedì 24 maggio 2022. I danni maggiori si sono verificati ad Angolo Terme, che ha rivissuto l'incubo del 2019 quando la località bresciana aveva già fatto i conti con la furia del cielo.

Il muro di sostegno della strada di via Lorenzetti, nella frazione di Terzano, è crollato e ha messo in pericolo le abitazioni sottostanti che sono state evacuate con un'ordinanza firmata in serata dal sindaco Alessandro Morandini. Sono più di trenta le persone che hanno dovuto lasciare le proprie case trovando ospitalità da amici o parenti.

LE IMMAGINI DELLA DEVASTAZIONE AD ANGOLO TERME:

5 foto Sfoglia la gallery

Danni anche nel Milanese

Anche nel Milanese la furia degli elementi si è fatta sentire, anche se fortunatamente senza gli stessi effetti. Come racconta Prima La Martesana, alcuni automobilisti di Brugherio si sono trovati di fronte una brutta sorpresa. Il forte vento abbattutosi sulla zona, infatti, ha fatto crollare un'impalcatura, che si è appoggiata proprio sulle loro vetture. 

Fortunatamente a bordo delle auto non c'era nessuno. Così come era vuota la vettura schiacciata da un albero a Busto Garolfo. Come racconta Prima Milano Ovest, un albero colpito da un fulmine durante il forte temporale che si è abbattuto su tutta la zona è caduto in strada schiacciando una vettura. La proprietaria del mezzo si è salvata per miracolo: era uscita dall'abitacolo da pochi minuti.

Disagi pure nella Bergamasca

Anche nella Bergamasca si sono verificati danni. Come riporta Prima Bergamo, l’episodio più eclatante è stato a Trescore Balneario, dove il maltempo ha provocato lo scoperchiamento di parte del tetto dell’ospedale Sant’Isidoro. Parte delle lamiere sono finite sul lato della struttura in via Ospedale, un’altra è finita nel cortile e un’ultima in strada, ma fortunatamente non ci sono stati né vittime né feriti. Un tratto di recinzione è stato inoltre danneggiato dal forte vento. Sul posto sono giunti carabinieri, protezione civile e i vigili del fuoco di Bergamo con un’autoscala. La strada in cui era caduto uno dei pezzi del tetto è stata inoltre chiusa temporaneamente al traffico per essere messa in sicurezza.

Danni anche alla Macina di Trescore ed a Entratico, così come a Vallesse e al Colle, con diverse piante cadute in strada e le autorità attivate per rimuoverle. A Cenate Sotto, lungo la provinciale 65, un tombino a causa del sovraccarico della rete fognaria è saltato riversando un’ingente quantità d’acqua in strada, mentre nello stesso comune è stato necessario rimuovere una pianta nel giardino della casa di riposo, che si era inclinata in maniera preoccupante sempre per le forti raffiche.

A Grone la strada per San Fermo è rimasta bloccata per diverso tempo a causa di alcuni alberi caduti ed anche la zona dei laghi ha avuto problemi, in particolare nei comuni di Endine Gaiano, Ranzanico, Spinone al Lago e Sarnico, dove dei rami sono piombati sulle auto parcheggiate.

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter