Glocal news
paradosso

L'auto municipale passa con il rosso, il Comune si fa la multa da solo

E' stata proprio l'attuale Amministrazione comunale a chiedere a viva voce l'installazione delle videocamere su quel tratto stradale.

L'auto municipale passa con il rosso,  il Comune si fa la multa da solo
Glocal news 07 Gennaio 2022 ore 12:11

"Hai voluto il semaforo? Ora ti becchi la multa". Una vicenda che ha quasi del surreale, ma che, stando alla legge della strada, non può lasciare nessuno impunito. E così, in un  Comune della provincia di Bergamo, è successo che un'auto dell'Amministrazione comunale sia stata multata per essere passata col rosso. Il paradosso del caso è che è stato proprio il Comune a voler installare l'impianto di videosorveglianza all'incrocio per punire tutti coloro che non rispettavano le indicazioni semaforiche.

Passa col rosso all'incrocio, multata dal Comune l'auto... del Comune

Nessuno scappa alla legge della strada. Come raccontato da Prima Treviglio, a Cologno al Serio (Bergamo), un'autovettura dell'Amministrazione comunale è stata multata per aver attraversato un incrocio con il semaforo rosso. La vicenda, all'apparenza del tutto normale, assume dei connotati paradossali se si considera il fatto che, proprio su quel tratto stradale, sia stato il Comune a chiedere con insistenza un impianto di videosorveglianza per punire tutti gli automobilisti che non rispettavano le indicazioni del semaforo.

Le videocamere sono state installate al semaforo di via Circonvallazione, all’altezza dell’incrocio con via Milano, dall'Amministrazione di Chiara Drago circa sei mesi fa. Allo scattare del rosso, chi non dovesse rispettare il divieto viene ripreso dalle telecamere, con tanto di multa. Misura richiesta a gran voce dal sindaco e dai suoi assessori in quanto quello specifico incrocio è stato da sempre teatro di incidenti.

La Lega attacca: "La situazione ha del comico"

Il fatto ha fornito alla Lega l'assist per tornare all'attacco sull'installazione di quello specifico impianto di videosorveglianza. La frangia comunale leghista aveva chiesto un temporizzatore, in modo tale da evitare brusche frenate volte a evitare il rosso. Nonostante ciò, la richiesta non è mai stata accolta, anche perché, sostiene la Giunta Drago, non è conforme a quanto prevede la legge.

"Per quanto riguarda la vicenda della sanzione presa dal mezzo del comune mi sembra evidente che la stessa assuma dei risvolti quasi comici. – ha detto Marco Picenni (Lega – FdI – FI) – Lo stesso Comune che ormai da mesi perseguita i cittadini con quel semaforo è caduto esso stesso nella "trappola" congeniata per far cassa. Il nostro gruppo ha più volte sottolineato l'inadeguatezza di quel semaforo a quell'intersezione semaforica".

La multa non costerà nulla al Comune

Sulla multa presa dall'auto del Comune è intervenuta la sindaca Chiara Drago che, in merito, ha sottolineato che la sanzione non costerà nulla all'Amministrazione comunale perché verrà rimborsata dalla cooperativa che gestisce alcuni servizi per l'ente, perché il mezzo era guidato da un suo addetto.