Glocal news
SVOLTA GREEN

La Natura ringrazia: 60 chilometri di elettrodotti saranno interrati

Diversi i Comuni ossolani interessati in Val Formazza.

La Natura ringrazia: 60 chilometri di elettrodotti saranno interrati
Glocal news 11 Gennaio 2022 ore 11:27

Sarà 'ridisegnata' la rete elettrica della Valle Formazza, la più a nord del Piemonte.

I lavori

Come racconta Prima Novara, l'operazione, messa in atto da Terna, interesserà i comuni ossolani di Formazza, Premia, Crodo, Montecrestese, Crevoladossola, Masera e Baceno.

''Il progetto, per un investimento di 120 milioni di euro, - spiega Terna - prevede la demolizione di circa 60 km di elettrodotti aerei esistenti in alta tensione per un totale di 225 sostegni, da realizzarsi al completamento di 76 km di nuove linee elettriche aeree e 10 km in cavo interrato. L'opera garantirà una maggiore efficienza del servizio di trasmissione dell'energia dell'area e, per effetto del riassetto della rete esistente, consentirà di ridurre l'impatto sul territorio dovuto a elettrodotti risalenti agli anni '40-'50 che attraversano aree interessate da una forte presenza di edificato''.

L'intervento rientra nel più ampio piano di riassetto della rete elettrica piemontese come previsto dal Protocollo di Intesa sottoscritto nel 2009 da Terna, Regione Piemonte ed enti locali, a valle della realizzazione dell'elettrodotto Trino-Lacchiarella. Nell'area del Verbano-Cusio-Ossola e, nello specifico in Val Formazza, l'obiettivo di tale accordo era quello di risolvere criticità legate alla convivenza tra le infrastrutture elettriche e il fondovalle.