Glocal news
eventi

I giovani incontrano le istituzioni: "Chiediamo più garanzie per il futuro"  

Successo per il debutto, al liceo Mascheroni di Bergamo, dell'iniziativa voluta dal Consiglio regionale per ascoltare sogni e bisogni degli studenti lombardi

Glocal news 05 Novembre 2021 ore 17:00

E' partita dal liceo Mascheroni di Bergamo l'iniziativa voluta dal Consiglio regionale di Regione Lombardia per ascoltare sogni e bisogni degli studenti che provengono dai capoluoghi di provincia, anche sulla scia della pandemia da Coronavirus. Si chiama "I giovani incontrano le Istituzioni" e al debutto ha fatto subito registrare un confronto serio e costruttivo.

GUARDA IL VIDEO 

Una mattinata di ascolto dedicata ai giovani

Una mattinata ricca di spunti per le Istituzioni, rappresentate dal presidente del Consiglio regionale lombardo Alessandro Fermi, e per gli studenti, quelli della scuola superiore bergamasca Mascheroni, cui è spettato il ruolo di apripista. Un'iniziativa, lo ricordiamo, che continuerà a coinvolgere scuole e Consiglio regionale di Regione Lombardia avvalendosi della collaborazione dell'Ufficio scolastico regionale e di Anci Lombardia. Iniziativa di cui il nostro circuito editoriale Netweek è media partner.

La conduzione di Simona Ventura e il suo docufilm

Madrina della giornata è stata l'attrice e presentatrice Simona Ventura, la quale ha colto il pretesto per presentare il suo docufilm, un lavoro che è stato proiettato alla 78ª Mostra del Cinema di Venezia e che ripercorre gli istanti più critici della pandemia dal punto di vista dell'ospedale da campo allestito nella Fiera di Bergamo.

Il videomessaggio di Javier Zanetti: "Puntate in alto per voi stessi e per gli altri"

Prima di questo momento un video messaggio del campione sportivo Javier Zanetti, ex calciatore e testimonial dell'evento. Zanetti ha esortato i giovani a "puntare in alto, continuando a coltivare i propri sogni e aiutando gli altri il più possibile".

Il presidente Alessandro Fermi: "Le Istituzioni devono fare di più, ma anche i giovani devono collaborare per fissare insieme le politiche"

Dal suo osservatorio il presidente Fermi ha spiegato l'intento del ciclo di incontri periodici che, dopo la tappa di Bergamo, toccheranno i capoluoghi di provincia della Lombardia:

"Credo che le Istituzioni debbano provare a fare un passo in più per ascoltare le esigenze che provengono dai giovani. Quest'ultimi, però, devono essere in grado di focalizzare sogni e bisogni, senza mai arrendersi. Hanno un ruolo centrale nel fissare l'azione politica".

La testimonianza di Alessio, uno dei tanti studenti intervenuti

Tra i tanti interventi, quello di Alessio, che frequenta la classe 5E e che ha toccato il tema della disoccupazione giovanile:

"In Italia il tasso è passato dal 28,7% al 33,8%, sono i dati Ocse del mese di gennaio. Prima la crisi economica poi quella legata al Coronavirus hanno contribuito a peggiorare il quadro. Al di là di questo, però, intendiamo  sapere che cosa possano fare realmente le Istituzioni per venirci incontro".

A tentare di dare una risposta Daniele Pinotti, assessore alla Cultura del Comune di Osio sotto, il quale ha fatto riferimento alla propria esperienza:

"Sono diventato assessore a 22 anni e per questo comprendo bene le difficoltà con cui si interfacciano i giovani. Il salto che però devono compiere è quello di essere capaci di dettare l’agenda. E’ fondamentale il loro contributo per cercare di cambiare le cose"

L'esito del sondaggio

Ai protagonisti dell’incontro è stato sottoposto un questionario per carpirne gli interessi e i possibili orientamenti delle politiche future. Risultato: al primo posto sono spiccate la famiglia, gli amici, il lavoro, col desiderio di percepire uno stipendio adeguato e di fare carriera. All'ultimo gli ambiti della religione e della politica.

SFOGLIA LA GALLERY DELL'EVENTO

6 foto Sfoglia la gallery