Glocal news
L'assessore allo sviluppo economico

Guidesi: "La Lombardia è tornata ed è in buone mani"

Lo dicono le indagini congiunturali che parlano di un ottimo stato di salute del sistema manifatturiero lombardo, in grado, ancora una volta, di trainare l’intera ripresa nazionale.

Guidesi: "La Lombardia è tornata ed è in buone mani"
Glocal news 16 Novembre 2021 ore 12:59

La Lombardia è tornata ad essere la locomotiva economica del Paese. Lo dicono le indagini congiunturali che parlano di un ottimo stato di salute del sistema manifatturiero lombardo, in grado, ancora una volta, di trainare l’intera ripresa nazionale in un contesto in cui all’orizzonte si intravedono nuove sfide per le imprese, come la conquista di mercati internazionali e l’attrazione di investitori esteri e la valorizzazione delle filiere. Si esprime così l'assessore allo Sviluppo Economico della Lombardia, Guido Guidesi:

"La Lombardia è tornata ed è in buone mani!".

"La Lombardia è tornata ed è in buone mani"

Per quanto riguarda il grande tema dell’attrattività da sottolineare il nuovo strumento che Regione Lombardia è pronta a mettere in campo su volontà dall’assessore allo Sviluppo Economico Guido Guidesi.

Si tratta di Arest (Accordo di rilancio economico, sociale e territoriale) che, con oltre 75 milioni di dotazione finanziaria, ha obiettivo di premiare i programmi di rilancio socio-economico che prevedono la realizzazione di opere infrastrutturali e servizi che facilitino l’insediamento di nuove attività economiche in una logica di collaborazione tra pubblico e privato da sempre fondamentale per la crescita della Lombardia. Il tema è particolarmente caro alla Regione che si sta prodigando per rendere la Lombardia sempre più attrattiva agli investitori esteri.

"Il nostro obiettivo – ha sempre dichiarato l’assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia, Guido Guidesi – è quello di rafforzare il nostro primato in tema di imprenditorialità e attrattività raccordando le singole componenti di filiera produttiva che vanno dalla formazione alla ricerca".

La manifestazione di interesse per lo sviluppo di progetti di filiera ha invece l’obiettivo di valorizzare e consolidare le filiere lombarde esistenti, individuarne di nuove emergenti, stimolare aggregazioni e sinergie tra imprese di diverse dimensioni e tipologia, incoraggiando lo scambio di competenze e obiettivi comuni per innovare e migliorare la qualità del ciclo produttivo anche con il coinvolgimento di professionisti ed enti di ricerca.

"Siamo arrivati alla terza fase"

Progetti che rientrano in quella che Guidesi chiama la “terza fase”, quella “strategica”, alla quale si è arrivati grazie a un percorso preciso.

"Dopo l’emergenza Covid - spiega ancora l’assessore allo sviluppo economico di Regione Lombardia Guido Guidesi - abbiamo cambiato gli strumenti e deciso di utilizzare tutte le risorse che avevamo a disposizione; oggi per valutare l’efficacia delle misure non ci basiamo più sul numero delle aziende partecipanti ai bandi, ma sulla capacità degli strumenti stessi di creare un moltiplicatore di investimenti".

In effetti, dati alla mano, si evince che gli investimenti delle aziende generati dagli incentivi economici regionali hanno generato un moltiplicatore di circa sette volte; con 105 milioni di euro complessivi, infatti, elargiti a fondo perduto dalla Regione si sono avuti 705 milioni di investimenti privati.

Un pacchetto economico, voluto dall’assessorato allo sviluppo economico, che si è concentrato a misure dedicate alla digitalizzazione, all’internazionalizzazione, al sistema fieristico, alla patrimonializzazione e, in generale, al sostegno dello sviluppo aziendale. Risorse che certamente aumenteranno nelle prossime settimane essendoci ancora diversi bandi in fase di istruttoria.

Portale web dedicato alle imprese

Questa forte attenzione di Regione Lombardia nei confronti del mondo imprenditoriale viene ribadita anche dalla scelta di creare di un portale web esclusivamente dedicato alle imprese con all’interno tutti gli strumenti a loro disposizione.

"Grazie al costante rapporto con gli imprenditori ci siamo resi conto che non sempre sono a conoscenza dei tanti strumenti che Regione dedica loro - sottolinea Guidesi -. Quindi per la prima volta abbiamo realizzato un sito che possa essere un importante punto di riferimento".

Una Lombardia che quindi torna a volare alto, a guardare al futuro con ottimismo, speranza e quella concretezza che da sempre caratterizza la Regione leader in Italia e tra le principali protagoniste in Europa. Un cambio di passo confermato dai numeri; ricordiamo, ad esempio, il massimo storico dell’export e ancora l’aumento, mai così evidente, delle imprese attive; numeri ed entusiasmo che spingono gli imprenditori a prevedere nuovi investimenti, cercare nuovi mercati e nuovi investitori.

Risultati ottenuti anche grazie al gioco di squadra tra istituzioni pubbliche e attori economici, ritrovato e rafforzato negli ultimi mesi e da quella sana e comprensibile voglia di dimostrare a tutti che la Lombardia è tornata, è forte e continuerà ad essere la locomotiva d’Italia. Realtà oggettiva che ci fa dire che la Lombardia è in buone mani.