Glocal news
Una bellissima coincidenza

Giornata mondiale dei bambini prematuri, il doppio miracolo di Padova

I gemellini Diego e Daniel sono venuti alla luce prematuri dopo la fine di un tunnel buio per mamma Laura

Giornata mondiale dei bambini prematuri, il doppio miracolo di Padova
Glocal news 17 Novembre 2021 ore 16:16

Tutto il mondo oggi, mercoledì 17 novembre 2021, si colora di viola per festeggia la Giornata mondiale della Prematurità, una celebrazione che vuole portare l'attenzione sulla prevenzione del parto pretermine, sulla nascita prematura e sul percorso di crescita dei bambini che alla nascita sono ricoverati in un reparto di cure intensive. Quasi a voler suggellare l'importanza dell'evento, proprio in occasione del World Prematurity Day, in provincia di Padova è avvenuto un doppio miracolo: i gemellini Diego e Daniel sono venuti alla luce prematuri dopo la fine di un tunnel buio per mamma Laura.

La Giornata mondiale della Prematurità

Si celebra oggi, mercoledì 17 novembre 2021. In tutto il mondo le città tingono di viola i loro monumenti, le loro strade e i loro ospedali per celebrare la Giornata mondiale della Prematurità, evento che vuole sensibilizzare la gente sulla prevenzione del parto pretermine, sulla nascita prematura e sul percorso di crescita di tutti quei bambini che alla nascita vengono ricoverati in un reparto di cure intensive.

Il World Prematurity Day è stato istituito nel 2008 da EFCNI (European Foundation For the Care of Newborn Infants) insieme alle associazioni di genitori e le co-fondatrici internazionli Little Big Souls (Africa), March of Dimes (Usa) e National Premmie Foundation (Australia).

Il doppio miracolo di Padova

Ed è stato proprio in occasione della Giornata mondiale della Prematurità che è avvenuto un vero miracolo: come raccontato da Prima Padova, a Cittadella sono venuti al mondo prematuri i gemellini Diego e Daniel.

I due neonati sono stati dati alla luce da mamma Laura di Fontaniva, 33 anni, tra molte difficoltà. La donna, insieme al compagno, aveva perso un primo figlio il 23 settembre 2020, poi una nuova gravidanza, valutata subito a rischio dai ginecologi. Laura intanto si ammala di Covid, è costretta all'isolamento mentre la pancia piano piano cresce.

Succede però che la sera del 22 settembre scorso la donna non si senta per niente bene e chiami l'ambulanza dopo un'escalation di strano malessere e preoccupazioni. Siamo alla 30esima settimana di gestazione, contro le 40 standard.

Arrivano tre professionisti del Pronto Soccorso di Cittadella che valutano la situazione e, sentiti i reparti specialistici di riferimento, portano la donna d'urgenza in sala operatoria per il taglio cesareo. Il distacco della placenta richiede la prematura nascita dei bambini.

"Un'esperienza incredibile"

Esattamente un anno dopo la prima perdita del primo figlio, il 23 settembre 2021 ("giornata di Padre Pio", come ama sottolineare la mamma) alle 2.30 di notte, a 30 settimane e 2 giorni dall'inizio della gravidanza, nascono Diego e Daniel. I due guerrieri nonostante la prematurità pesano 1,9 kg. e sono quasi 50 cm ciascuno. Trascorrono per precauzione 15 giorni in incubatrice curati amorevolmente da tutto il reparto, Nido e Pediatria di Cittadella, e dalla mamma che, dimessa, si reca quotidianamente in ospedale.

"Ho vissuto un'esperienza incredibile con un'equipe di Ostetricia e Ginecologia meravigliosa", dice Laura, ricordando in particolare "l'ostetrica Veronica Ventre, giovanissima ma vera forza della natura".