Glocal news
bilancio

Crédit Agricole: nel 2021 in Italia utile a 989 milioni

L’attività commerciale continua a essere dinamica, con un Totale dei Finanziamenti all’economia pari a 92 miliardi di euro e una Raccolta Totale che sale a 323 miliardi di euro.

Crédit Agricole: nel 2021 in Italia utile a 989 milioni
Glocal news 10 Febbraio 2022 ore 16:00

Il Gruppo Crédit Agricole in Italia nel 2021 ha fatto registrare un risultato netto aggregato di 989 milioni di euro al netto delle poste straordinarie derivanti in particolare dall'operazione di acquisizione di Creval, di cui 750 milioni di pertinenza del Gruppo Crédit Agricole.

Gruppo Crédit Agricole

Il Crédit Agricole è presente in Italia, suo secondo mercato domestico, con circa 17.300 collaboratori e circa 5,2 milioni di clienti grazie ad un Gruppo composto, anche dal Corporate e Investment Banking (CACIB), e dalle società di Servizi Finanziari Specializzati (Agos, FCA Bank), Leasing e Factoring (CA Leasing e CA Eurofactor), Asset Management e Asset Services (Amundi, CACEIS), Assicurazioni (CA Vita, CA Assicurazioni, CA Creditor Insurance) e Wealth Management (CA Indosuez Wealth Management in Italia e CA Indosuez Fiduciaria).

La stretta collaborazione tra le società operanti nelle diverse aree di business, garantisce al Crédit Agricole di operare nella penisola con un’offerta ampia ed integrata, a beneficio dei propri clienti e di tutti gli attori economici.

Consolidata crescita della redditività

I risultati del 2021 dimostrano la capacità del Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia di generare utili in continuità con gli esercizi precedenti, grazie a un modello di business equilibrato e diversificato. L’utile netto consolidato civilistico si attesta a 607 milioni di euro, su cui hanno influito la contabilizzazione del badwill netto contabile pari a 497 milioni di euro nonché altre componenti straordinarie e non ricorrenti legate anche all’acquisizione di Creval. Il risultato al netto di questi elementi è pari a 346 milioni di euro, evidenziando una significativa crescitarispetto al 2020 (+68% a/a).

Crescita dei ricavi e contenimento degli oneri

Il forte impulso commerciale si riflette sull’andamento dei proventi che evidenziano una crescita del +4% a/a, trainati da commissioni nette in aumento del +11% a/a. L’incidenza del comparto commissionale raggiunge il 50% del totale ricavi - rispetto al 46% del 2020 - grazie sia all’andamento dell’attività di “gestione, intermediazione e consulenza” (+16% a/a) sia delle commissioni “tradizionali e altro” (+4% a/a).

L’andamento degli oneri è sotto controllo: i costi operativi ordinari risultano stabili rispetto al 2020 a fronte di ammortamenti in aumento a seguito della crescita degli investimenti a supporto del business. L’andamento congiunto di proventi in crescita ed oneri stabili si riflette in un generalizzato miglioramento dell’efficienza con un rapporto cost/income che si attesta al 60,0%.

OPA su Crédit Agricole FriulAdria

In data 17 settembre 2021 si è conclusa con successo l’offerta pubblica di acquisto volontaria promossa sulle azioni residuali di Crédit Agricole FriulAdria attraverso la quale Crédit Agricole Italia è arrivata a detenere oltre il 99% del capitale sociale.

Centralità del cliente e Offerta Digitale

Crédit Agricole Italia ha proseguito anche nel 2021 l’implementazione di nuovi servizi, per permettere ai clienti di usufruire dell’operatività omnicanale ed ai collaboratori di lavorare in sicurezza nonostante l’emergenza sanitaria grazie alla web collaboration. L’offerta digitale di Crédit Agricole Italia si completa sfruttando sinergie con realtà Fintech, che permettono di offrire servizi innovativi e capaci di rispondere alle tendenze dei più giovani e maggiormente sensibili alle nuove tecnologie.

Grazie alla collaborazione con PayDo – start-up presente presso Le Village - tra i sistemi di pagamento della Banca è stato integrato Plick, che consente di effettuare pagamenti tra privati senza la necessità di conoscere l’IBAN del destinatario. Altra partnership di spicco è l’offerta del Salvadanaio Digitale Gimme5 di AcomeA all’interno della piattaforma mobile CAI, che consente di avvicinare i clienti al mondo degli investimenti con una somma di partenza alla portata di tutti (5 euro).

L’attenzione del Gruppo per il digitale ha generato un contributo rilevante in termini di nuovi clienti e prodotti venduti: il contributo dei nuovi conti correnti aperti online ha raggiunto il 30% delle aperture complessive, in crescita al 40% anche la quota dei mutui generati online, anche grazie ad una campagna digitale che ha avuto come target primario i Giovani under 36.

Impegno per le persone e Formazione

Nel 2021 sono state erogate 400.000 ore formative (pari ad oltre 53.000 giornate lavorative), coinvolgendo la quasi totalità della popolazione aziendale; sulla piattaforma di e-learning Digital Academy sono a disposizione di tutti i collaboratori circa 800 corsi in grado di offrire formazione online personalizzata.

Prosegue il percorso formativo mirato alla sensibilizzazione e al rafforzamento delle competenze in ambito Sostenibilità, che ha portato oltre 1.400 colleghi della rete commerciale ad ottenere una certificazione ufficiale ESG. Il 2021 ha visto un importante impegno nel campo della formazione, mirato all’evoluzione del modello manageriale di Crédit Agricole ed alla leadership tramite un percorso dedicato, che ha coinvolto circa 370 responsabili del Gruppo.

Per quanto riguarda i temi di Diversity&Inclusion si è mantenuto forte il focus sull’inclusione di genere, per rafforzare uno stile di leadership distintivo per le donne, conoscendo e affrontando i bias legati al gender. Per consolidare la sensibilizzazione verso tutte le altre componenti della D&I, oltre al genere, come età, nazionalità, disabilità, orientamento sessuale, è stato proposto anche nel 2021 il Mese dell’inclusione, occasione di riflessione e approfondimento tramite incontri, interviste e video dedicati.

L’attenzione per le persone è attestata dal riconoscimento “Top Employers” ricevuto per il 14° anno consecutivo, posizionandosi ancora una volta all’interno del prestigioso gruppo di aziende di 120 Paesi di tutto il mondo che hanno raggiunto i più elevati standard nella gestione del personale. Il riconoscimento della certificazione “Italy’s Best Employers for Women 2022” da parte dell’Istituto Tedesco di Qualità e Finanza ed il Premio Lifeed Caring Company testimoniano l’impegno del Gruppo anche per la valorizzazione della sinergia tra vita e lavoro e l’adozione di un modello di caring leadership.

Seguici sui nostri canali