Glocal news
fate attenzione

Con il finto tecnico e il finto vigile la truffa... raddoppia (purtroppo)

Uno entra in azione nel caso la vittima si insospettisca. E va a colpo quasi sicuro.

Con il finto tecnico e il finto vigile la truffa... raddoppia (purtroppo)
Glocal news 28 Settembre 2021 ore 09:29

Quando guardia e ladro stanno dalla stessa parte, il rischio per la vittima di cadere in inganno... raddoppia. Un'evoluzione nel mondo delle truffe agli anziani - già piuttosto vasto - è andato in scena nel Varesotto. E occorre fare grande attenzione.

L'evoluzione della truffa: dopo il finto tecnico...

La storia raccontata da Prima Saronno si svolge a Locate Varesino ha come protagonista un finto tecnico, che si presenta a casa di  una coppia di anziani con l'intenzione di truffarli. Un copione classico: la citofonata, la segnalazione di un problema che non esiste e la richiesta di accedere all'abitazione. Ma le vittime - che probabilmente hanno letto o sentito di queste situazioni -  iniziano a sospettare che sia un inganno e dunque lo allontanano.

... arriva il finto vigile

Ma a quel punto la coppia di truffatori passa al piano B, particolarmente ingegnoso.  Al cancello della casa dei due anziani   si   presenta un agente della Polizia locale. O meglio, un uomo che si presenta come tale, con tanto di divisa, o almeno un vestiario sufficiente a confondere le vittime. Dice ai due di aver appena arrestato  un truffatore che si aggirava in zona spacciandosi per un tecnico.

Sa che così facendo coinvolgerà emotivamente gli anziani, avendo ricevuto la visita di quel fantomatico personaggio, che si sentiranno sicuri e protetti da quel volto rassicuranti di agente di polizia. E così, senza nutrire alcun sospetto, lo  accolgono nella propria casa. A quel punto il falso vigile con una scusa riesce a farsi mostrare il contante che hanno in casa (circa 700 euro) e con astuzia a rubarlo e a fuggire.

La scoperta del furto

Quando gli anziani si sono accorti del furto ormai il truffatore si era dileguato. Alla coppia non è rimasto altro da fare che chiamare i Carabinieri (quelli veri) e sporgere denuncia.

Il consiglio in questi casi rimane sempre lo stesso: non aprire la porta di casa e non far entrare degli sconosciuti, anche se si presentano come tecnici o appartenenti alle Forze dell'ordine. Una chiamata ai Carabinieri o alla Polizia Locale è sufficiente per mandare via i malintenzionati e salvare i propri risparmi.