Glocal news
Sanità

Clinica San Martino, al fianco degli anziani

Un nuovo progetto di potenziamento cognitivo, promosso dall’associazione Nuovamente

Clinica San Martino, al fianco degli anziani
Glocal news 29 Dicembre 2021 ore 17:19

Dallo scorso ottobre, e fino a maggio del 2022, è stata avviata presso la Clinica San Martino di Malgrate questa iniziativa rivolta alle persone anziane che presentano sintomi di deficit cognitivi. Obiettivo è realizzare un potenziamento mirato di quelle funzioni cognitive che sono ritenute più vulnerabili con l’avanzare dell’età. A illustrarlo sono la dottoressa Danila Beltrame, neuropsicologa e psicoterapeuta, e il dottor Giuliano Sozzi, neurologo. Entrambi fanno parte dell’associazione Nuovamente e collaborano con Clinica San Martino.

Il progetto

"Inizialmente il progetto è stato proposto dall’associazione e ora lo abbiamo replicato alla clinica – spiegano –Clinica San Martino ci ha dato la possibilità di proseguire e promuove un percorso già collaudato, attraverso la sua disponibilità ed accoglienza ma anche accogliendo una prospettiva e una filosofia di promozione del benessere della persona, in particolare una visione dinamica dell’invecchiamento".

Tra i propositi dell’associazione Nuovamente c’è la volontà di realizzare una rieducazione al di fuori del contesto ospedaliero, per dare un aiuto e mutuo aiuto, e promuovere aggiornamenti destinati agli utenti dell’associazione e alla popolazione. Accanto a queste attività, fondamentale è altresì la prevenzione, in cui rientra appunto il progetto di potenziamento cognitivo.

"Spesso il concetto di potenziamento si sovrappone a quello di riabilitazione. Sono due percorsi con uno stesso obiettivo ma hanno presupposti diversi: il potenziamento cognitivo è rivolto alle persone sane, la riabilitazione cognitiva alle persone che hanno subito un danno ma in cui si evidenziano comunque dei presupposti di miglioramento; in alcuni casi le cose non sono così nettamente differenziabili e i due interventi possono integrarsi".

Il lavoro di Clinica San Martino

A oggi in Clinica San Martino sono attivi due gruppi che seguono un percorso di potenziamento cognitivo: ognuno è composto da cinque persone che si incontrano una volta ogni quindici giorni, per un’ora e mezza di tempo. Il valore aggiunto di questa proposta è che ai partecipanti vengono proposte attività non generiche (per esempio le parole crociate) ma specifiche e mirate al miglioramento delle funzioni cognitive più vulnerabili con l’età.

"Lavoriamo insieme ai pazienti per condividere strategie o modalità che possano rendere utili e funzionali le risorse ancora disponibili – aggiungono la dottoressa Beltrame e il dottor Sozzi – offrendo anche informazioni per spiegare il funzionamento cognitivo. Il legame con il contesto familiare è molto importante, per avere spunti e informazioni su cui lavorare".

Il potenziamento, in particolare, è mirato ad affrontare le difficoltà nel formare nuovi ricordi (i cosiddetti deficit di memoria anterograda), ma anche i deficit attentivi (la fatica nello stare attenti contemporaneamente a diversi stimoli presentati nello stesso momento) o a collocare nel tempo eventi storici condivisi o autobiografici.

"Il potenziamento mirato di queste funzioni cognitive consente di ampliare una riserva cognitiva che di per sé non è in grado di prevenire un’ipotetica comparsa di malattie degenerative, ma sicuramente ritarda la comparsa dei disturbi clinici. La valenza di un percorso di gruppo è anche sociale, lavorare insieme porta a uno scambio di esperienze e vissuti. Con l’ascolto reciproco e il confronto costruttivo, si possono aiutare gli anziani ad avere una maggiore fiducia in sé stessi e a sentirsi valorizzati. Così, dimenticare o prestare meno attenzione non sono più considerate variabili ineluttabili dell’invecchiamento, ma situazioni gestibili e migliorabili attraverso un allenamento adeguato. Il presupposto generale è quello per cui ognuno di noi possiede capacità che, per svilupparsi o mantenersi, devono essere allenate e incoraggiate e questo a qualsiasi età".