Glocal news
incredibile

Barista chiede il Green pass ai clienti, loro lo mandano all'ospedale

E' successo in provincia di Pavia. Gli si sono scagliati addosso in tre: pretendevano di essere serviti al tavolo senza certificato verde.

Barista chiede il Green pass ai clienti, loro lo mandano all'ospedale
Glocal news 21 Dicembre 2021 ore 17:13

Una pagina di cronaca inquietante: un barista, nel Pavese, è stato picchiato dai clienti ai quali aveva chiesto il Green pass. Come racconta Prima Pavia, il 31enne, di nazionalità cinese, è finito in ospedale; è successo nel piccolo comune di Stradella.

Barista picchiato dai clienti per aver chiesto il Green Pass

E' finito in ospedale con diversi traumi al volto. E' la disavventura accaduta ad un barista 31enne aggredito da tre clienti ai quali aveva chiesto il Green pass. Questa semplice richiesta, nel totale rispetto della legge, ha scatenato la cieca violenza degli avventori. Stando a quanto ricostruito, i tre avrebbero rifiutato la richiesta del barista di mostrare la Certificazione Verde e gli avrebbero ordinato di portare comunque loro da bere. Il gestore del bar avrebbe dunque invitato i tre a consumare al banco oppure ad uscire dal locale. Ne sarebbe nata una discussione degenerata nel peggiore dei modi.

Il trio, dopo aver preso a pugni il 31enne, si è allontanato dall’esercizio commerciale, sperando forse di farla franca. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine oltre ai sanitari del 118 che hanno trasportato il piccolo imprenditore al San Matteo di Pavia per le cure del caso.

Individuati e denunciati

Non è invece andato tutto liscio per gli aggressori che sono stati individuati in poco tempo dai carabinieri che, raccolta la denuncia, si sono presto messi sulle loro tracce. Il trio è stato denunciato per lesioni; ma non è ancora finita. Il mancato rispetto delle regole anti Covid, infatti, non è passato in sordina: considerato che entrambi si sono seduti al tavolo di un esercizio pubblico senza essere in possesso del Green pass, dovranno pagare 400 euro a testa, corrispondenti alla sanzione prevista.

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter