Esteri
immagini drammatiche

Suv lanciato a tutta velocità sulla folla alla parata. Strage in Wisconsin: almeno 5 morti e 40 feriti

La polizia ha fermato un sospetto. Si tratta di un uomo uscito dal carcere pochi giorni fa. Ignote al momento le ragioni del gesto.

Esteri 22 Novembre 2021 ore 09:19

Almeno cinque morti e una quarantina di feriti, tra cui circa 15 bambini. E' il tragico bilancio (purtroppo solo parziale) di quello che si può senza ombra di dubbio chiamare attentato terroristico avvenuto a Waukesha, in Wisconsin, alle 17 di domenica 21 novembre 2021 (ora americana, in Italia era già notte). Un Suv rosso ha sfondato le barriere di protezione e si è lanciato a folle velocità contro la folla che in strada stava assistendo  alla tradizionale sfilata natalizia nel centro della cittadina, un sobborgo residenziale di Milwaukee. La polizia ha fermato un sospetto.

Suv lanciato a tutta velocità sulla folla alla sfilata natalizia di Waukesha

Nei video (impressionanti) che sono girati sui social si vede l'auto arrivare a tutta velocità in mezzo alla folla festante. Prima sfiora una bambina e  poi passa attraverso due ali di folla. In un altro filmato - ripreso da un balcone -  si vede il Suv puntare dritto verso alcuni elementi della banda  che stanno suonando in mezzo alla strada. Ne butta qualcuno a terra, e poi cerca di darsi alla fuga.

IL VIDEO DEL SUV LANCIATO SULLA FOLLA (ATTENZIONE IMMAGINI FORTI):

 

 

Tra i coinvolti anche alcuni elementi delle "Milwaukee dancing grannies" (le nonne danzanti di Milwakee), che hanno aggiornato la situazione con un post sulla pagina Facebook:

"Grazie per l'interessamento per le nonne danzanti Milwaukee. I membri del gruppo e i volontari sono stati colpiti e aspettiamo notizie sulle loro condizioni. Vi prego di tenere le nonne, tutti i feriti e tutti coloro che hanno assistito a questo orribile evento nei vostri pensieri e nelle vostre preghiere".

Gli spari e il fermo

IL SUV LANCIATO A TUTTA VELOCITA':

Un agente di polizia ha provato a sparare alcuni colpi d'arma da fuoco per fermare il fuggitivo, come ha confermato il capo della polizia. Gli agenti hanno poco più tardi fermato un sospetto. Si tratterebbe di un 39enne afroamericato uscito dal carcere tre giorni fa pagando una cauzione da mille dollari.

Le indagini (e i rilievi) sono ancora in corso e un aggiornamento è stato fissato per le 20 (italiane) di stasera, lunedì 22 novembre 2021. Ancora da chiarire le motivazioni che hanno portato al gesto.

Come  Nizza e Berlino?

Le immagini hanno riportato alla mente due episodi che hanno colpito duramente anche il nostro Paese. La strage di Nizza e quella di Berlino (anche se la matrice di quanto avvenuto negli Usa è tutta da chiarire).

In Francia il 14 luglio 2016 un uomo alla guida di un autocarro investì ad alta velocità la folla che assisteva ai festeggiamenti per la festa nazionale francese nei pressi della promenade des Anglais. I morti furono 86, tra cui sei italiani.  Chiara la matrice terroristica che aveva animalo l'attentatore, Mohamed Lahouaiej-Bouhlel,

Anche in Germania si trattò di un attacco terroristico. Dodici i morti (un italiano) e 56 i feriti tra gli avventori di un mercatino di Natale di Berlino il 19 dicembre 2016. Nella notte del 23 dicembre 2016, Anis Amri, sospetto attentatore, è stato ucciso   a Sesto San Giovanni (Milano) durante un controllo di polizia all'esterno della locale stazione ferroviaria.