Esteri
sembra incredibile ma...

Decathlon ritira dal commercio le sue canoe per "colpa"... dei migranti

La decisione dopo l'escalation di tentativi di raggiungere l'Inghilterra. L'azienda: "Necessario evitare traversate disperate e tragedie in mare".

Decathlon ritira dal commercio le sue canoe per "colpa"... dei migranti
Esteri 17 Novembre 2021 ore 18:13

Sbarchi dei migranti, Decathlon sospende vendita delle canoe. Sembra incredibile, ma è proprio così. Il colosso francese tra i leader a prezzi accessibili di attrezzature e abbigliamento sportivo, ha infatti deciso di sospendere la vendita delle canoe in due suoi centri espositivi presenti Oltralpe.

Nella fattispecie, le canoe non saranno più presenti, al momento a tempo indeterminato, nei punti venditi di di Calais e Grand Synthe. La decisione è maturata dopo aver constatato, attraverso i report delle autorità giudiziarie francesi e inglesi, l'escalation di tentativi di raggiungere la costa anglosassone partendo dai campi di Dunkerque.

Troppi migranti, Decathlon smette di vendere le canoe

L'iniziativa, destinata a far scalpore dell'azienda transalpina, è stata motivata con l'intenzione di impedire ai migranti di usare canoe nel tentativo di attraversare la Manica per raggiungere la Gran Bretagna. Un'azione non solo repressiva, ma fondamentalmente anche umanitaria per scongiurare, ormai a ridosso dell'inverno e di condizione meteo e mare sfavorevoli, il verificarsi di possibili tragedie o traversate disperate, senza speranze di successo. Con un epilogo altamente probabile come quello di trovare la morte in mare.

LEGGI ANCHE: Sorpresa! Se sei positivo al Covid il Green pass... vale lo stesso

La motivazione

Ecco allora che Decathlon ha deciso di ritirarle dalla vendita in tutti i suoi negozi nel Nord della Francia. E la motivazione principale è stata proprio quella di scongiurare di mettere in pericolo i migranti:

"L'acquisto di canoe non sarà più possibile visto il contesto attuale. La vita delle persone sarebbe in pericolo se fossero usate da coloro che sperano di raggiungere l'Inghilterra"

Al momento, la vendita è ancora attiva attraverso le modalità on line, mentre curiosamente nei centri dove è scattato lo stop sono ancora in esposizione e in vendita i giubbetti di salvataggio.

Sbarchi di migranti, impennata di tentativi

Come detto la decisione dell'azienda è arrivata di fronte all'escalation di tentativi di traversata da parte dei migranti: la scorsa settimana addirittura quasi 1200. Sulla vicenda, oltre all'autorità giudiziarie sono con le antenne dritte anche le diplomazie di Francia e Inghilterra. Nella fattispecie, il Governo inglese ha chiesto alla Francia di intensificare i controlli. Al momento, oltre alla sospensione della vendita di canoe, le autorità hanno provveduto a smantellare completamente due campi di Dunkerque che erano stati attrezzati probabilmente da sodalizi criminali per organizzare le numerose partenze dei disperati.